ILLINGUAGGIO DELGUSTO

Pepe
Rosa

Schinus Terebinthifolius

COME ESTRARRE L'AROMA?

Pestandolo e aggiungendolo direttamente sulle pietanze, unito a creme neutre, formaggi e burro.

CON COSA PUÒ ESSERE SOSTITUITA?

Unico nel suo genere.

SAPORE

Leggermente piccante ma aromatico, elegante e fresco.

AROMA

Floreale, rosa canina e fruttato.

ABBINAMENTI

Filetti di manzo e di maiale, patatine fritte, tempura, giardiniera e macedonia di verdure.

ORIGINE

LA PIANTA

Il pepe rosa è così per le sue bacche rosa, pur non appartenendo alla famiglia delle Piperacee, appartiene alla famiglia delle Anacardiacee. È un albero sempreverde, che può raggiungere un’altezza e una larghezza di circa sette metri. Ha un fusto retto, molto ramificato e un portamento pendulo, con dei folti rami che toccano quasi il suolo. Ha foglie grandi, pennate, pendule e lunghe fino a 30 cm. I fiori sono di colore bianco e compaiono d’estate, riuniti in pannocchie. In autunno lasciano spazio ai frutti: piccole bacche rotonde di colore rosa intenso.

COMPOSTI CARATTERIZZANTI & ANALISI SENSORILE

È naturalmente caratterizzato da una frazione volatile in sabinene, alpha-pinene, alpha-fellandrene e limonene, che conferiscono note speziate, balsamiche e floreali.

Alpha-fellandrene

Conferisce note fresche.

Sabinene

Conferisce note speziate.

Limonene

Conferisce note floreali e agrumate.

Alpha-pinene

Conferisce note vegetali e balsamiche.

RISULTATI DELLA RICERCA A CURA DELL’UNIVERSITÀ DI PISA:

NOME BOTANICO:

SCHINUS TEREBINTHIFOLIUS

NOME COMUNE:

PEPE ROSA O AROEIRA

FAMIGLIA:

ANACARDIACEE

PAESE ORIGINE:

BRASILE

PARTE VEGETALE UTILIZZATA:

FRUTTO

 

COMPONENTE PRINCIPALE:

Volatili: limonene, α-thujene, α-pinene, camfene, sabinene, mircene, β-pinene, α-phellandrene, δ-3-carene, α-terpinene, p-cymene, γ-terpinene, terpinolene, germacrene D.

 

Non volatili: acidi fenolici (acido gallico, acido clorogenico, acido p-cumarico, acido caffeico, acido siringico), procianidina B2 e procianidina A2; flavonoidi (esperidina, naringenina, catechina, epicatechina, epigallocatechina gallato, resveratrolo), acido linoleico, ellagitannini glucosidici, galloilati, antociani

ATTIVITÀ BIOLOGICA:

Antiossidante, antinfiammatoria, antibatterica, antifungina, antidiabetica, cardioprotettiva, antiaterogenica, anti-adipogenica, antipertensiva, anticancerogena, antivirale

VALUTAZIONE SENSORIALE:

I suoi frutti presentano un leggero sapore pepato e sono apprezzati come condimento in tutto il mondo.

DESCRIZIONE:

Le proprietà antiossidanti e antinfiammatorie del pepe rosa sono attribuite in misura maggiore ai composti fenolici contenuti nella buccia, primo fra tutti, l’acido gallico. Anche l’olio, ottenuto con pressatura a freddo, mostra capacità antiossidante (la pressatura a freddo è un processo che preserva gli antiossidanti e la stabilità chimica dell’olio). L’acido gallico e la naringenina sono i due fitochimici più importanti presenti nel pepe rosa con potenzialità farmacologiche.

Le proprietà antiossidanti del pepe rosa sono sfruttate anche nell’industria alimentare. Nello specifico, l’estratto (acquoso e in etanolo/acqua) di pepe rosa è in grado di ritardare la perossidazione lipidica e ridurre le reazioni di ossidazione, allungando la shelf life dell’alimento. Il pepe rosa viene quindi valutato come alternativa naturale per sostituire gli antiossidanti sintetici negli alimenti trasformati.

Il pepe rosa migliora il profilo lipidico in caso di dislipidemie, migliora il profilo glucidico, diminuendo la glicemia e la secrezione di insulina. Inoltre, riduce i livelli di specifici indicatori di stress ossidativo, di marker biochimici legati alla funzionalità epatica e marker infiammatori.

L’acido linoleico (omega-6) è risultato il principale acido grasso presente nel pepe rosa e gli si attribuiscono numerosi effetti protettivi sulla salute umana grazie alle sue funzioni antinfiammatorie, antidiabetiche, anticancerogene, antiadipogeniche e antipertensive. Sono state valutate anche le proprietà fotoprotettive del pepe rosa, espresse     dalla sua massiccia componente fenolica, ed effettivamente sia gli estratti di buccia che dell’intero frutto presentano valori di SPF equivalenti al benzofenone-3 standard, utilizzato nella produzione di filtri solari commerciali.

Sempre gli estratti della buccia e dell’intero frutto del pepe rosa hanno mostrato effetti protettivi contro l’infezione da virus Zika a livello placentare. Zika virus (ZIKV) è associato a diverse malformazioni fetali, come la microencefalite e ad alterazioni del sistema nervoso centrale.

L’olio essenziale del pepe rosa ha mostrato un effetto antiproliferativo contro le cellule del cancro al seno umano, grazie alla presenza di sesquiterpeni.

 

 

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

Soares T., Prudêncio M., Andrade D., de Brito A. J., Beltrão P., dos Santos M. (2022). Phenolic compounds in peel, seed and cold pressed pink pepper (Schinus terebinthifolia R.) oil and bioaccessibility of peel using a digestion model with intestinal barrier simulation. Food Bioscience, Volume 49, 101930, ISSN 2212-4292.

segui il link

 

Fortunato R., da Costa F., do Valle F., Barros D., do Santos A., Dutra E., de Azevedo J., Leal M. L. (2020). Effect of the fruit aqueous extract of Brazilian pepper tree (Schinus terebinthifolius, Raddi) on selected quality parameters of frozen fresh pork sausage. Journal of Agriculture and Food Research, Volume 2, 100055, ISSN 2666-1543.

segui il link

 

Targueta C. F., Sales V., Hidalgo D., Domingues O., Nora R., Côrrea P., Frankland A., da Silva M., Rodrigues G., da Silva E., Saldanha T. (2023). The impacts of pink pepper (Schinus terebinthifolius Raddi) on fatty acids and cholesterol oxides formation in canned sardines during thermal processing. Food Chemistry, Volume 403, 134347, ISSN 0308-8146.

segui il link

 

De Souza J., Sales V., Junqueira M., Labre T., Maria I., Geraldo M., Frankland A., Saldanha T. (2023). Phenolic composition and insights into the use of pink pepper (Schinus terebentifolius Raddi) fruit against lipid oxidation in food systems. Food Bioscience, Volume 53, 102556, ISSN 2212-4292.

segui il link

 

Feriani A., Tir M., Arafah M., Gómez-Caravaca A., Contreras M., Nahdi S., Taamalli A., Allagui M. S., Alwasel S., Segura-Carretero A., Harrath A. H., Tlili N. (2021). Schinus terebinthifolius fruits intake ameliorates metabolic disorders, inflammation, oxidative stress, and related vascular dysfunction, in atherogenic diet-induced obese rats. Insight of their chemical characterization using HPLC-ESI-QTOF-MS/MS, Journal of Ethnopharmacology, Volume 269, 113701, ISSN 0378-8741.

segui il link

 

Sales V., Maria I., da Conceição M., Riger C., Ribeiro E., Frankland A., Rodrigues G., Ferraz E., Saldanha T. (2020). Aroeira fruit (Schinus terebinthifolius Raddi) as a natural antioxidant: Chemical constituents, bioactive compounds and in vitro and in vivo antioxidant capacity. Food Chemistry, Volume 315, 126274, ISSN 0308-8146.

segui il link

 

Oliveira M.B.S., Valentim I.B., Rocha T.S., Santos J.C., Pires K.S.N., Tanabe E.L.L., Borbely K.S.C., Borbely A.U., Goulart M.O.F. (2020). Schinus terebenthifolius Raddi extracts: From sunscreen activity toward protection of the placenta to Zika virus infection, new uses for a well-known medicinal plant. Industrial Crops and Products, Volume 152, 112503, ISSN 0926-6690.

segui il link

 

Silva P.G., Ponchet É., Medeiros C., Muniz A.C., Romário D., Almeida I., Wanderley Y., Garcia V.L., Tasca A.L., Teixeira M.C., Rosalen P.L., Pina G., Melo E.M. (2022). Biological properties of Schinus terebinthifolia Raddi essential oil. Brazilian Journal of Pharmaceutical Sciences.

segui il link

 

Vale Teixeira Leticia. (2020). Development, physical, physicochemical and sensory evaluation of goat’s milk mayonnaise flavored with Schinus Terebinthifolius Raddi. [Bachelor’s degree Thesis]. Universidade Federal De Campina Grande. Brazil.

segui il link

 

Vanessa Sales de Oliveira, Davy Willian Hidalgo Cháves, Ormindo Domingues Gamallo, Alexandra Christine Helena Frankland Sawaya, Geni Rodrigues Sampaio, Rosane Nora Castro, Elizabeth Aparecida Ferraz da Silva Torres, Tatiana Saldanha. (2020). Effect of aroeira (Schinus terebinthifolius Raddi) fruit against polyunsaturated fatty acids and cholesterol thermo-oxidation in model systems containing sardine oil (Sardinella brasiliensis). Food Research International, Volume 132, 109091, ISSN 0963-9969. segui il link

 

Maria Linden, Clara Brinckmann, Michelle M. Feuereisen, review, Andreas Schieber. (2020). Effects of structural differences on the antibacterial activity of biflavonoids from fruits of the Brazilian peppertree (Schinus terebinthifolius Raddi). Food Research International, Volume 133, 109134, ISSN  0963-9969.

segui il link

 

 

 

SPERIMENTAZIONE & INNOVAZIONE

QUALITÀ

TRADIZIONE

INNOVAZIONE

Vuoi inviarci un commento o un suggerimento?

Compila il form per permetterci di ringraziarti per il tuo prezioso contributo.

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Come possiamo aiutarti?

Ti piacerebbe collaborare con noi?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Vuoi entrare nel nostro team?

Carica il tuo CV in formato PDF (massimo 5Mb)
Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Vuoi diventare un nostro
brand ambassator o rivenditore?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Vuoi farci conoscere le tue materie prime?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Vuoi proporci i tuoi servizi?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Sei un blogger o un influencer?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Vuoi proporci una sponsorship o partnership?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Ti piacerebbe collaborare con noi?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social: