ILLINGUAGGIO DELGUSTO

Pepe
Lungo

Piper Longum L.

COME ESTRARRE L'AROMA?

Macinandolo o grattugiandolo direttamente sulla pietanza.

CON COSA PUÒ ESSERE SOSTITUITA?

Unico nel suo genere.

SAPORE

Amarostico, pungente e produce un lieve intorpedimento della lingua.

AROMA

Legnoso, aromatico, incenso, leggermente pungente.

ABBINAMENTI

Carni bianche, formaggio, pesce, insalate di verdure e di frutta, cioccolato fondente.

ORIGINE

LA PIANTA

Il pepe lungo appartiene alla famiglia Piperaceae e la sua pianta è caratterizzata da una liana alta circa 1-2 metri, con numerosi rami sottili. Ha delle foglie sono lanceolate e verde brillante sul lato superiore. La pianta produce tutto l’anno fiori eretti, raggruppati in strutture oblunghe e affusolate, che danno frutti lunghi e stretti, potremmo definirli simili a pannocchie o pigne. Vengono raccolti prima della maturazione completa ed essiccati al sole. Dopo cinque anni, la pianta invecchia e deve essere sostituita.

COMPOSTI CARATTERIZZANTI & ANALISI SENSORILE

È naturalmente caratterizzato da una frazione volatile in beta-caryophyllene, alpha-humulene e germacrene D,
che conferiscono note dolci e speziate.

Beta-caryophyllene

Conferisce note speziate e dolci.

Alpha-humulene

Conferisce note legnose.

germacrene D

Conferisce note dolci e fruttate.

RISULTATI DELLA RICERCA A CURA DELL’UNIVERSITÀ DI PISA:

NOME BOTANICO:

PIPER LONGUM

NOME COMUNE:

PEPE LUNGO, PIPPALI O PEPERONE LUNGO INDIANO

FAMIGLIA:

PIPERACEAE

PAESE ORIGINE:

INDIA

PARTE VEGETALE UTILIZZATA:

FRUTTO, FOGLIE E RADICI

 

COMPONENTE PRINCIPALE:

Volatili: α-pinene, sabinene, mircene, β-pinene, δ-3-carene, p-cymene, limonene, eucaliptolo (1,8-cineolo), (Z)-β-ocimene, (E)-β-ocimene, acetofenone, linalolo, 4-terpineolo, linalil acetato, (E)-anethole, n-tridecano, piperonale, δ-elemene, α-cubebene, α-ilangene, α-copaene, β-cubebene, β-elemene, cis-α-bergamotene, β-cariofillene, β-copaene, trans-α-bergamotene, α-umulene, (E)-β-farnesene, γ-muurolene, germacrene D, ar-curcumene, β-selinene, 1-pentadecano, α-selinene, α-zingeberene, n-pentadecano, (Z)-α-bisabolene, β-bisabolene, 7-epiα-selinene, β-sesquiphellandrene, (E)-γ-bisabolene, germacrene B, ossido di cariofillene, epossido II di umulele

 

Non volatili: Flavonoidi (catechina, naringenina, epicatechina, quercetina, miricetina, luteolina, apigenina), piperina, isopiperina, pipernonalina, piperettina, asarinina, piperundecalidina, piperlongumina, piperlonguminina, sesamina, acido palmitico, acido tetraidropiperico, pulviatilolo, fargesina, p-cumarato, bisabolina, vitamina A, vitamina E, kaempferolo, cavicina, isocavicina, pellitorina, brachistamide B, guineensina, piperchabamide B, deidropipernonalina pipepernonalina, piperoleina B, acido cis-vaccenico, piperlongumamide (A, B, E e C).

ATTIVITÀ BIOLOGICA:

Antinfiammatoria, analgesica, antiossidante, antimicrobica, antitumorale, antiparkinson, neuroprotettiva, antistress, antidepressiva, nootropa, antiepilettica, anti-iperglicemica, antiobesità, epatoprotettiva, anti-iperlipidemica, antiangiogenica, antivirale, immunomodulatoria, antiartritica, antiulcera, anti-asmatica, antifungina, antiamebica, antielmintica, cardioprotettiva, rilassante della muscolatura liscia vascolare.

VALUTAZIONE SENSORIALE:

Odore particolare e gusto amaro e pungente che produce intorpidimento della lingua.

DESCRIZIONE:

Fino a oggi sono stati identificati molti fitochimici nel P. longum, compresi gli alcaloidi, come suoi principali metaboliti secondari (piperina e piperlongumina), i flavonoidi e gli steroidi. Questi composti esibiscono una vasta gamma di attività biologiche. Tra queste, una maggiore concordanza scientifica in relazione alla sua prospettiva etno-farmacologica, è stata evidenziata principalmente per le attività antiamebica, antielmintica, antitumorale e anti-diabetica.

L’utilizzo di P. longum è menzionato nella medicina ayurvedica e la letteratura disponibile raccomanda il frutto acerbo per disturbi respiratori, disturbi gastrointestinali, disturbi dello squilibrio metabolico, come afrodisiaco, stimolante per la circolazione e analgesico.

Esperimenti hanno confermato l’uso di P. longum in patologie associate a stress ossidativo. Il potenziale antiossidante dell’estratto è attribuito alla presenza di composti fenolici e flavonoidi.

La sinergia tra l’olio essenziale e gli alcaloidi presenti nel P. longum è responsabile della loro proprietà antibatterica. Sono state testate le attività antibatteriche e antimicotiche dell’estratto di P. longum, contro 13 batteri patogeni (5 g positivi e 8 g negativi) e 6 funghi. È stato osservato che gli estratti ottenuti mostravano un’azione marcata nei confronti di specifici ceppi batterici, meno nei confronti dei ceppi fungini (Ali et al., 2007). Attraverso l’utilizzo di CuO-NS (nanosfere di ossido di rame sintetizzate utilizzando l’estratto di pepe lungo) sono state messe in evidenza le eccellenti attività antimicrobiche contro un’ampia varietà di  batteri Gram-positivi e Gram-negativi. Queste nanosfere hanno il potenziale per essere usate come agenti antibatterici su vari substrati e nei rivestimenti superficiali per impedire la proliferazione microbica e la formazione di biofilm.

Esperimenti su topi evidenziano che l’estratto di P. longum mostra un effetto protettivo contro i cambiamenti indotti da MPTP (composto neurotossico che danneggia il sistema dopaminergico) e contro i cambiamenti patologici generati dai radicali liberi nel Parkinson.

Il pepe lungo ha la capacità di ridurre la demenza, ridurne i sintomi e ripristinare le funzioni cognitive.

La piperina del P. longum ha espresso effetti inibitori sulla vasocostrizione dell’arteria mesenterica, mostrando un grande potenziale come rilassante vascolare e anti-ipertensivo.

I componenti volatili estratti dal frutto, in particolare, ma anche dalle foglie essiccate di P. longum, hanno mostrato una buona attività di scavenging dei radicali liberi (azione antiossidante).

Uno dei meccanismi con cui il pepe lungo combatte l’infiammazione è la regolazione della produzione di NO (ossido nitrico), un radicale libero che gioca un ruolo in numerosi processi fisiologici e patologici.

Inoltre, da numerosi studi in vitro, è chiara l’efficacia del Piper longum sulla regolazione della divisione cellulare incontrollata e sulla riduzione di diversi tumori.

P. longum ha dimostrato notevoli effetti contro numerose malattie e condizioni, tra cui cancro, infiammazione, depressione, diabete, obesità ed epatotossicità. La pianta migliora notevolmente le infezioni microbiche, le malattie cardiache e protegge dagli effetti delle radiazioni. I suoi effetti specifici la rendono utile per gli animali e gli esseri umani. Inoltre, la pianta sembra essere non tossica. Concludiamo che questa pianta è sicura ed efficace per l’uso in varie malattie. E’ inoltre facilmente disponibile, non costosa, e priva di effetti negativi.

 

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

Vaishali Yadav, Anuja Krishnan, Divya Vohora. (2020). A systematic review on Piper longum L.: Bridging traditional knowledge and pharmacological evidence for future translational research. Journal of Ethnopharmacology, Volume 247, 112255, ISSN 0378-8741. segui il link

Dan Li, Rui Wang, Xiaohan Cheng, Jianfeng Yang, Yihui Yang, Huichong Qu, Sen Li, Shan Lin, Donghua Wei, Yuhua Bai & Xiaodong Zheng. (2020). Chemical constituents from the fruits of Piper longum L. and their vascular relaxation effect on rat mesenteric arteries. NATURAL PRODUCT RESEARCH. segui il link

Protha Biswas, Mimosa Ghorai, Tulika Mishra, Abilash Valsala Gopalakrishnan, Debleena Roy, Abhijit Bhagwan Mane, Avinash Mundhra, Neela Das, Vikas Moreshwar Mohture, Manoj Tukaram Patil, Md. Habibur Rahman, Niraj Kumar Jha, Gaber El-Saber Batiha, Suchismita Chatterjee Saha, Mahipal S Shekhawat, Radha, Manoj Kumar, Devendra Kumar Pandey, Abhijit Dey. (2022). Piper longum L.: A comprehensive review on traditional uses, phytochemistry, pharmacology, and health-promoting activities. Phytotherapy Research 1–52.

segui il link

 

Suresh Kumar, Jitpal Kamboj, Suman, Sunil Sharma. (2011). Overview for Various Aspects of the Health Benefits of Piper Longum Linn. Fruit. Journal of Acupuncture and Meridian Studies, Volume 4, Issue 2, Pages 134-140, ISSN 2005-2901. segui il link

 

Akhtar Rasool, Thamaraiselvi Kanagaraj, Mohammad Imran Mir, Muhammad Zulfajri, Vinoth Kumar Ponnusamy, Mohammad Mahboob. (2022). Green coalescence of CuO nanospheres for efficient anti-microbial and anti-cancer conceivable activity. Biochemical Engineering Journal, Volume 187, 108464, ISSN 1369-703X. segui il link

 

Manaswini Dash, Subhashree Singh, Bhaskar Chandra Sahoo, Suprava Sahoo, Rajesh Kumar Sahoo, Sanghamitra Nayak, Basudeba Kar. (2022). Potential role of Indian long pepper (Piper longum L.) volatiles against free radicals and multidrug resistant isolates. Natural Product Research, Volume 36, Issue 16, Pages 4271-4275, ISSN 1478-6419. segui il link

 

Nguyen Viet Phong, Dinh Thi Nguyet Anh, Ha Yeong Chae, Seo Young Yang, Mi Jeong Kwon, Byung Sun Min, Jeong Ah Kim. (2022). Anti-inflammatory activity and cytotoxicity against ovarian cancer cell lines by amide alkaloids and piperic esters isolated from Piper longum fruits: In vitro assessments and molecular docking simulation. Bioorganic Chemistry, Volume 128, 106072, ISSN 0045-2068. segui il link

 

Shradha Lakhera, Kamal Devlal, Arabinda Ghosh, Meenakshi Rana. (2021). In silico investigation of phytoconstituents of medicinal herb ‘Piper Longum’ against SARS-CoV-2 by molecular docking and molecular dynamics analysis, Results in Chemistry, Volume 3, 100199, ISSN 2211-7156. segui il link

Piyali Dey, Danswrang Goyary, Pronobesh Chattopadhyay, Sumit Kishor, Sanjeev Karmakar, Anurag Verma. (2020). Evaluation of larvicidal activity of Piper longum leaf against the dengue vector, Aedes aegypti, malarial vector, Anopheles stephensi and filariasis vector, Culex quinquefasciatus. South African Journal of Botany, Volume 132, Pages 482-490, ISSN 0254-6299. segui il link

Hui Huang, Kuizhong Shan, Jingbing Liu, Xiaoxin Tao, Sivalingam Periyasamy, Siva Durairaj, Ziyu Jiang, Joe Antony Jacob. (2020). Synthesis, optimization and characterization of silver nanoparticles using the catkin extract of Piper longum for bactericidal effect against food-borne pathogens via conventional and mathematical approaches. Bioorganic Chemistry, Volume 103, 104230, ISSN 0045-2068. segui il link

Avinash Sanap, Kalpana Joshi, Tejas Shah, Girish Tillu, Ramesh Bhonde. (2021). Pre-conditioning of Mesenchymal Stem Cells with Piper longum L. augments osteogenic differentiation. Journal of Ethnopharmacology, Volume 273, 113999, ISSN 0378-8741. segui il link

Renuka Yadav, Himanshu Saini, Dinesh Kumar, Shweta Pasi, Veena Agrawal. (2019). Bioengineering of Piper longum L. extract mediated silver nanoparticles and their potential biomedical applications. Materials Science and Engineering: C, Volume 104, 109984, ISSN 0928-4931. segui il link

 

SPERIMENTAZIONE & INNOVAZIONE

QUALITÀ

TRADIZIONE

INNOVAZIONE

Vuoi inviarci un commento o un suggerimento?

Compila il form per permetterci di ringraziarti per il tuo prezioso contributo.

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Come possiamo aiutarti?

Ti piacerebbe collaborare con noi?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Vuoi entrare nel nostro team?

Carica il tuo CV in formato PDF (massimo 5Mb)
Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Vuoi diventare un nostro
brand ambassator o rivenditore?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Vuoi farci conoscere le tue materie prime?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Vuoi proporci i tuoi servizi?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Sei un blogger o un influencer?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Vuoi proporci una sponsorship o partnership?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social:

Permettici di aiutarti.

Ti piacerebbe collaborare con noi?

Continuate a seguirci sul nostro sito e sui nostri canali social: