TIMO (AROMATICO)

SFUMATURA SAPIDA

SAPIDA

"Sapido delicato ed equilibrato."

Il timo è una pianta arbustiva perenne che cresce spontaneamente in prossimità del mare, ma anche in terreni aridi e sassosi. Il suo nome deriva dal termine greco “thymos”, che designa il principio della vitalità, il respiro e, metaforicamente, il cuore. In quest’ultimo secondo gli antichi greci albergavano l’ira, il coraggio e l’ardore. Si tratta di un arbusto di dimensioni ridotte, dalle piccole foglie, da un profumo intenso e immediatamente avvertibile.
Il timo è quasi indispensabile nella cucina dei Paesi del Mediterraneo. Queste piccole foglioline donano alle pietanze un gradevole sapore piccante e leggermente amaro. Viene usato prevalentemente essiccato perché in questo modo il suo sapore risulta più intenso.
Davide Mazza
Chef
ANALISI SENSORIALE
INTENSITÀ PERCEPITA BASSA

ABBINAMENTI:

SCHEDA
TECNICA

SAPORE
Simile ai semi di finocchio ma più intenso, fresco e balsamico. Ricorda l'anice e in alcuni casi ha sfumature di liquirizia e menta.
AROMA
Fragrante avvolgente, intenso e persistente.
COLORE
Marroncino chiaro.
Come estrarre al meglio l’aroma?
Aggiungendolo direttamente sulla pietanza o per infusione.
Quale spezia può sostituirla?
Origano, maggiorana, pimpinella
Su cosa è particolarmente indicata?
Zuppe, stufati, pollame, agnello, verdure e frutti di mare
Composto aromatico principale?
Timololo

SFUMATURA SAPIDA

PERCEZIONE SULLA LINGUA
Questa qualità gustativa è legata alla stimolazione dei recettori del salato presenti sulla lingua da parte da sali di sodio (il comune sale da cucina), ma anche da parte di sali di potassio, magnesio, ammonio e addirittura di alcuni composti organici. La temperatura dell’alimento incide sulla percezione della sensazione: più è bassa e meno sarà intensa la sensazione percepita.
SI ABBINA CON
Sfumatura sensoriale Fresca, Piccante e gusto aspro.
ATTENUATA DA
Sfumatura sensoriale Fresca.
EQUILIBRATA DA
Sfumatura sensoriale Dolce.
RAFFORZATA DA
Sfumatura sensoriale Piccante e gusto aspro.

LA SFUMATURA SAPIDA

La sfumatura sensoriale sapida fa riferimento alla qualità gustativa dovuta alla stimolazione dei recettori del salato presenti sulla lingua da parte da sali di sodio (il comune sale da cucina), ma anche da parte di sali di potassio, magnesio, ammonio e addirittura di alcuni composti organici. Il sapido è una delle sensazioni più piacevoli in assoluto ed è legata alle nostre preferenze primordiali. A differenza del gusto salato, il sapido è un esaltatore del sapore non della sensazione di “troppo sale”. "Le spezie e le erbe aromatiche contengono in natura una certa quantità di sodio. Questa caratteristica insieme alle loro caratteristiche organolettiche, le rendono delle complici indiscusse per perseguire una sana alimentazione. Integrare spezie ed erbe aromatiche alla propria dieta, significa dare sapidità e gusto alle proprie pietanze riducendo la quantità di sale che utilizziamo quotidianamente. Ricordiamo infatti che l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di non introdurre più di 5 grammi di sale da cucina (circa un cucchiaino da the) nella propria dieta quotidiana. La temperatura dell’alimento incide sulla percezione della sensazione: più è bassa e meno sarà intensa la sensazione percepita. La selezione “Sfumatura sensoriale sapida” di Italpepe raccoglie al suo interno le spezie e le erbe aromatiche che riescono a conferire naturalmente sapidità ai piatti. Esse sono particolarmente indicate per valorizzare ed esaltare i cibi cotti al vapore e le verdure e il pesce cotto alla griglia."
Leggi di più Chiudi
La pianta
Origine & Coltivazione
Per non sprecarla
Ricette tipiche

INFORMAZIONI

Storia:

Gli Egizi utilizzavano questa spezia estremamente profumata per preparare gli unguenti per l’imbalsamazione. Utilizzavano proprio il timo perché erano convinti che nei suoi fiori potesse risiedere l’anima dei defunti. I Greci erano dei grandi amanti del miele prodotto dai fiori di questa pianta. I Romani invece sfruttavano le sue proprietà antisettiche per conservare gli alimenti, per purificare l’aria degli ambienti chiusi e per aromatizzare alcuni alimenti. Inoltre, le proprietà medicinali e culinarie di questa pianta in passato erano così note che Carlo Magno ordinò che il timo fosse coltivato in tutti i giardini erboristici e negli orti dei monasteri.
Leggi di più Chiudi

Curiosità:

Nell’antichità il timo rappresentava il coraggio e l’ardore, tanto che i soldati prima di andare in battaglia, si ricaricavano con tisane al timo e tonificavano i loro corpi con dei bagni a base di timo.
Leggi di più Chiudi

Dal 1969 sempre
sulla tua tavola. con la tua famiglia. nella tua cucina.

In che formato è disponibile:

No products found

Dove lo trovo sullo scaffale:

Raccolta differenziata:
Siamo attenti al rispetto di uno sviluppo ecosostenibile.
Scopri QUI la nostra pagina dedicata!
Allergeni:
Il timo in natura non contiene glutine.
Come si conserva?
Il timo essiccato va conservato a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

“Il gusto piccante è un amplificatore naturale dei sapori. In cucina si utilizza per enfatizzare e marcare i sapori caratteristici di una pietanza. La piccantezza è il brio, la forza, l’intraprendenza. È un gusto deciso che lascia il segno. È il gusto che usi quando vuoi stupire, sedurre, ammiccare, giocare.”

#DAIPEPEALLATUAVITA

#daipepeallatuavita

Non un hashtag,
ma uno STILE DI VITA.

@italpepesrl

Shop

Acquista i nostri prodotti.

QUALITÀ

TRADIZIONE

INNOVAZIONE