Scopri la spezia

Semi di finocchio

Sfumatura

Fresca

Intensità:

abbinamento:

La sfumatura sensoriale fresca valorizza le verdure crude e alla griglia, le insalate e i carpacci

Scopri di più

La sfumatura sensoriale fresca indica la sensazione che percepiamo quando alcuni principi attivi riescono ad ingannare il nostro sistema nervoso, in particolare i recettori adibiti a rilevare gli abbassamenti di temperatura denominati TRPM8. Alcune piante, come ad esempio la menta o l’eucalipto, possiedono dei principi attivi (in questo caso mentolo ed eucaliptolo) che sono in grado di interagire con la struttura del recettore TRPM8, scatenando così la risposta al freddo. La sfumatura sensoriale fresca dona una sensazione di pulizia al palato, di freschezza e armonia.Facilita la salivazione e crea un piacevole equilibrio sensoriale.

Una nota fresca ai piatti è molto apprezzata nella nostra tradizione culinaria. In estate, attribuiamo una nota di piacevole freschezza a piatti freddi, verdure, carpacci, insalate e bevande. In inverno invece non c’è niente più ristoratore di una tisana, un the o un infuso con le gradevoli, ricercate e raffinate note fresche della menta, del cardamomo o dell’anice.

La nostra selezione “Sfumatura sensoriale fresca” raccoglie spezie ed erbe aromatiche in grado di donare questa piacevole sensazione ai piatti e alle bevande. In particolare è in grado di rendere speciali verdure crude e alla griglia, carpacci e insalate.

Come estrarre al meglio l’aroma?

Pestandolo e aggiungendolo direttamente sulle pietanze. Possiamo utilizzare anche la tecnica dell'estrazione a caldo in olio di oliva delicato o l'infusione in tè e tisane.

Con quale spezia può essere sostituita?

Finocchietto, aneto, anice.

Su cosa è particolarmente indicata?

Sulla carne di maiale e di pollo e sul pesce. Ottimi nel pane, nei taralli, nelle ciambelle, nei dolci casalinghi, nel vino caldo e nelle tisane

Composto aromatico principale

Trans-anetolo

zone di percezione:

È la sensazione che percepiamo quando alcuni principi attivi riescono ad ingannare il nostro sistema nervoso, in particolare i recettori adibiti a rilevare gli abbassamenti di temperatura, scatenando così la risposta al freddo.

Attenuata da:

Sfumatura sensoriale umami, sapida e amara

Equilibrata da:

Sfumatura sensoriale aromatica

Rinforzata da:

Sfumatura sensoriale dolce e piccante

Si abbina con:

Sfumatura sensoriale piccante, dolce e aromatica

Analisi

Sensoriale

"Vagamente acido, dolciastro, poco sapido."
I semi di finocchio sono i frutti del finocchio coltivato non selvatico, una pianta selvatica molto diffusa in tutta Europa. Questa pianta cresce spontanea soprattutto nelle zone costiere del Mediterraneo. Hanno un sapore particolarmente dolce e delicato, che si avvicina molto all'anice. Sono molto utilizzati in cucina per arricchire i vari tipi di pane, le tisane, per realizzare gustosi antipasti o per i secondi a base di pesce.

la
Pianta

Il finocchio è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Ombrellifere. È particolarmente apprezzato sia in cucina che per le sue proprietà nutritive.
Questa pianta produce dei piccoli fiori ermafroditi, dai petali di un bel giallo vivace. Questa pianta raggiunge solitamente un’altezza di 70-80 cm, le sue foglie hanno una consistenza carnosa e sono collocate in modo sovrapposto. Le radici non penetrano mai in profondità nel terreno. La moltiplicazione avviene principalmente tramite semina ed in piena estate. Questa pianta predilige il clima mite e un irrigazione particolarmente curata. Le annaffiature infatti dovranno essere regolari soprattutto durante i mesi più caldi, senza mai esagerare.
R

Sapore

fresco e balsamico, ricorda fragranze della liquirizia Lemon grass e anice
R

Aroma

fresco erbaceo moderatamente pungente
R

Colore

verde chiaro/beige

nel
Mondo

Origine della pianta

Bacino del Mediterraneo

I principali produttori delle spezie

Bacino del Mediterraneo, Egitto, Europa, India, Turchia, Giappone, Argentina, Nord Africa e Stati Uniti

Origine

Paesi del Mediterraneo.

Nome botanico

Foeniculum Vulgare Mill. L. subsp. Vulgare

Periodo fioritura

Da giugno a ottobre

Colore del fiore

Giallo, giallo-verde

Periodo basamico

Luglio-ottobre

Quale parti si utilizza della pianta

Frutti, impropriamente detti semi. Si essiccano le ombrelle, poi si battono, si fanno uscire i frutti, si ripuliscono e si selezionano.

Per non sprecarla:

I semi di finocchio possono essere seminati per ottenere nuove piante. Se non sono troppo vecchi, potreste ottenere dei buoni risultati. In ogni caso tentare non costa nulla!

Ricette
tipiche:

Taralli pugliesi ai semi di finocchio, Tisana al finocchio, Filetto di maiale ai semi di finocchio

Miscele dove è presente:

Cinque spezie, Panch phoran, Erbe di Provenza

Storia:

Ha una storia molto antica risalente al III secolo a.C.. Era una spezia molto apprezzata dai Romani, che la diffusero in tutta l’Europa. Nel Medioevo si pensava che il finocchio tenesse lontano gli spiriti dalle case e per tale ragione si appendevano dei mazzetti sopra le porte d’ingresso. Re Edoardo di Inghilterra era un grande amante dei semi di finocchio, tanto che alla sua corte se ne consumavano 2 kg al mese. L’uso che se ne faceva probabilmente non era solo come condimento, ma anche come soppressore della fame.

Curiosità:

Il detto “non farsi infinocchiare”, che significa “non farsi raggirare”, deriva da una raccomandazione che veniva fatta in passato agli acquirenti di cibo e vino. Spesso si utilizzavano, infatti, i semi di finocchio per mascherare i sapori e gli odori dei cibi poco freschi e del vino difettoso.

le vostre
domande

Dove lo trovo
sullo scaffale?

7° piano
Sezione destra
Colore VERDE

In che formato
è disponibile?

Come si
conserva?

I semi di finocchio essiccati vanno conservati a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Contiene
glutine?

I semi di finocchio in natura non contiene glutine.

Raccolta
differenziata

Verifica le disposizione del tuo comune.

Seguici sui social

error: Contenuto protetto!