fbpx
-- i sapidi --

INTENSITA' BASSA



SEMI DI SEDANO

CHE COSA SONO I SEMI DI SEDANO?

I semi di sedano sono dei semini piccolissimi e profumatissimi, leggermente amarognoli. Il loro sapore è uguale all’ortaggio fresco, ma più intenso e deciso. Sono ricchi di principi nutritivi. Sono ideali per essere aggiunti alle panature, ai legumi, alle verdure e alle insalate. Si può sostituire al sedano fresco nei soffritti e nelle ricette che lo prevedono. Può essere utilizzato per preparare il sale di sedano, composto da semi di sedano e foglie di sedano essiccate e macinate finemente. Questo composto, grazie alla sua naturale sapidità, può essere sostituito al sale completamente o parzialmente al sale, a seconda dei gusti. Il sale di sedano è un ingrediente del famoso cocktail Bloody Mary. È molto utilizzato negli Stati Uniti per dare sapidità alla carne, al pesce, alle patate, alle verdure.


DA DOVE VIENE?

Bacino del Mediterraneo.


AROMA E GUSTO

Molto simile al sapore del gambo di sedano, ma più intenso.


CONTIENE GLUTINE?

I semi di sedano in natura non contengono glutine.


QUANDO SI RACCOGLIE?

Bisogna attendere fino a quando i semi non si seccano e diventano bruni, prima di procedere alla raccolta dei semi.


COME SI CONSERVA?

I semi di sedano vanno conservati a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.


FORMATO DISPONIBILE

65 cc;



ABBINAMENTI



STORIA E CURIOSITA' SUI SEMI DI SEDANO

La sua origine è da ricercarsi nel bacino del Mediterraneo. Ciò è dimostrato anche dal nome che deriva dal nome greco “selinon” e dalla città di Selinunte, in Sicilia, che è appartenuta alla Magna Grecia. La pianta si è diffusa poi in tutta Europa, dove ancora oggi viene coltivata. Ai tempi di Ippocrate, il sedano veniva menzionato dagli uomini di ingegno, i quali credevano che quest’erba calmava i “nervi sconvolti”. Completamente diversa era l’interpretazione dei Romani, i quali la utilizzavano tantissimo in cucina e durante i banchetti. Durante lo svolgimento di questi ultimi, preparavano delle corone di foglie di sedano per gli ospiti perché erano convinti che erano in grado di tener lontano gli stati d’ebbrezza. Nel Quattrocento in Italia, si diffonde invece l’idea che questa pianta abbia virtù afrodisiache. La credenza si diffuse a tal punto che nel Settecento le cortigiane lo utilizzavano per stimolare il piacere.

#DAIPEPEALLATUAVITA CON I SEMI DI SEDANO DI ITALPEPE