fbpx

ROSMARINO

CHE COS'E' IL ROSMARINO?

Il rosmarino è uno degli aromi per eccellenza simbolo del nostro Paese. Pianta tipicamente mediterranea, accompagna tantissimi piatti della nostra tradizione culinaria, soprattutto quelli a base di carne e patate. Profumatissimo e sempre verde, il rosmarino deve il suo nome ai termini latini ros e marinus, che significano rugiada marina.

DA DOVE VIENE?

Dei Paesi Mediterranei.

AROMA E GUSTO

Il rosmarino ha sentori di eucalipto simili alla salvia, ma è più dolce e contiene più note di pino e fiori.

CONTIENE GLUTINE?

Il Rosmarino in natura non contiene glutine.

QUANDO SI RACCOGLIE?

Può essere raccolto tutto l’anno, anche se in estate le sue cime sono più aromatiche grazie al sole e al caldo.

COME SI CONSERVA?

Il rosmarino essiccato va conservato a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

FORMATI DISPONIBILI

100 cc; 65 cc; Bustina; PET 500 cc; PET 800 cc; Busta da 1000 cc; Disponibile anche nella Linea Bio;

ABBINAMENTI


STORIA E CURIOSITA' SUL ROSMARINO

I popoli antichi attribuivano a questa pianta eccezionali doti aromatiche e terapeutiche. Questa pianta aromatica infatti inizialmente non era tra gli ingredienti della cucina, ma entrò a farvi parte solo nel II sec. d.C., quando Galeno gli attribuì virtù digestiva. Da allora il rosmarino entrò nella cultura gastronomica italiana fino a diventare uno degli aromi italiani per eccellenza. Esiste una storia che appartiene alla mitologia su come nacque questa pianta. Nella “Metamorfosi” di Ovidio, si racconta che la figlia del re di Persia Laocoonte, si innamorò di Apollo, il dio del Sole. Quest’ultimo entrò con l’inganno nella stanza della giovane innamorata e la sedusse. Il padre successivamente venne a conoscenza di quanto accaduto e si infuriò moltissimo, tanto da punire con la morte la figlia. I raggi di Sole irradiati sulla tomba della ragazza trasformarono il suo corpo in una pianta simbolo di eternità, che si ergeva verso il cielo ma era fortemente legata alla terra dalle sue possenti radici, quasi ad esorcizzare la caducità della vita terrena. Questa splendida e profumata pianta infatti veniva posta dagli antichi romani sulle tombe dei propri cari.

#DAIPEPEALLATUAVITA CON IL ROSMARINO DI ITALPEPE