fbpx

PAPRIKA DOLCE

CHE COS'E' LA PAPRIKA DOLCE?

La paprika è una spezia molto apprezzata per il suo gusto particolare, in grado di dare personalità ai piatti. È ottenuta essiccando i peperoni e successivamente macinandoli. Il risultato è una polvere delicata e aromatica rossa, leggermente amara e leggermente pungente. A seconda del tipo di peperoni utilizzati durante la macinazione, esiste la paprika dolce o forte. La paprika forte è preparata con peperoni piccanti, mentre quella dolce con peperoni dolci.

DA DOVE VIENE?

Sembrerebbe l’Ungheria, dove fu portata dai mercanti turchi. Era molto conosciuta dagli indiani pellerossa americani.

AROMA E GUSTO

Dolce, gustoso, delicato e leggermente amarognolo. Nel caso della paprika forte, questo gusto particolare è anche piccante.

CONTIENE GLUTINE?

La paprika in natura non contiene glutine.

QUANDO SI RACCOGLIE?

In estate.

COME SI CONSERVA?

La paprika va conservata a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

FORMATI DISPONIBILI

100 cc; 65 cc; PET 500 cc; PET 800 cc; Busta da 1000 cc;

ABBINAMENTI


STORIA E CURIOSITA' SULLA PAPRIKA DOLCE

Il suo nome deriva dal termine ungherese, paprika, che indica appunto il peperone. Infatti, questa gustosa spezia nasce proprio in Ungheria nel XIX, al tempo dell’impero austro-ungarico. Il suo uso in realtà era già diffuso nei popoli pellerossa americani e, qualche secolo prima, era già stata utilizzata anche dalla medicina. È però dall’ Ungheria che questa spezia comincia a viaggiare: raggiunge l’Europa Centrale e i Balcani, diventando una delle spezie più apprezzate per il suo gusto. Oggi per gli ungheresi la scelta dei migliori peperoni è diventata un’arte. Un’antica leggenda racconta che una giovane e bella contadina ungherese era stata costretta a vivere nell’ harem di un pascià turco. In questo suo soggiorno forzato, passò molto tempo ad osservare dalla sua finestra i giardini del palazzo. Quando fu liberata insegnò a tutto il Paese come coltivare i peperoni, tanto che divennero la cultura d’eccellenza dell’Ungheria. Ancora oggi il momento del raccolto è in questo Paese vissuto come un rito in cui si fa festa.

#DAIPEPEALLATUAVITA CON LA PAPRIKA DOLCE DI ITALPEPE