fbpx

PAPRIKA AFFUMICATA

CHE COS'E' LA PAPRIKA AFFUMICATA?

La paprika affumicata è una spezia molto apprezzata in tutto il mondo che si ottiene essiccando un particolare tipo di peperoncino su legni pregiati, che gli conferiscono sentori intensi e caratteristici. Ha un sapore dolce, profumato, ricco, goloso e stuzzicante. Si tratta di un condimento molto utilizzato nelle ricette della tradizione spagnola. La paprika affumicata insaporisce e colora il chorizo, la tipica salsiccia aromatica e spagnola. Profuma e sprigiona l’inconfondibile fragranza sulla paella, sulle tapas e al callos a la madrileña, la zuppa di trippa tipica della Spagna. Nella penisola iberica la sua preparazione è un’arte, tanto che nella regione di La Vera, nella comunità autonoma dell’Estremadura si fregia addirittura della certificazione DOP. In tutto il mondo il gusto fumé si abbina volentieri a peperoni e peperoncini, basta pensare alla bontà dei peperoni abbrustoliti sul barbecue. In Messico il peperoncino jalapeño maturo affumicato ed essiccato si chiama chipotle, varietà che viene utilizzata che per la produzione del Tabasco, salsa statunitense piccante.

DA DOVE VIENE?

È incerta. L’origine della paprika sembra essere l’Ungheria, dove fu portata da mercanti turchi. La produzione della paprika affumicata è legata alla tradizione culinaria spagnola, in particolare alla regione di La Vera. Era però molto conosciuta anche tra i pellerossa americani: infatti è presente anche nella cucina Sud Americana e negli Stati Uniti.

AROMA E GUSTO

Dolce, profumato, ricco, con sentori intensi e caratteristici dati dall’affumicatura con legni pregiati.

CONTIENE GLUTINE?

La paprika in natura non contiene glutine.

COSA ESALTA

La paprika affumicata è in grado di esaltare il gusto di tutte le preparazioni, offrendo una gradevole nota affumicata ai piatti.

COME SI CONSERVA?

Il paprika affumicata va conservata a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

FORMATI DISPONIBILI

65 cc;

ABBINAMENTI


STORIA E CURIOSITA' SULLA PAPRIKA AFFUMICATA

Il suo nome deriva dal termine ungherese, paprika, che indica appunto il peperone. Infatti, questa gustosa spezia nasce proprio in Ungheria nel XIX, al tempo dell’impero austro-ungarico. Il suo uso in realtà era già diffuso nei popoli pellerossa americani e, qualche secolo prima, era già stata utilizzata anche dalla medicina. È però dall’Ungheria che questa spezia comincia a viaggiare: raggiunge l’Europa Centrale e i Balcani, diventando una delle spezie più apprezzate per il suo gusto. Oggi per gli ungheresi la scelta dei migliori peperoni è diventata un’arte. Un’antica leggenda racconta che una giovane e bella contadina ungherese era stata costretta a vivere nell’harem di un pascià turco. In questo suo soggiorno forzato, passò molto tempo ad osservare dalla sua finestra i giardini del palazzo. Quando fu liberata insegnò a tutto il Paese come coltivare i peperoni, tanto che divennero la cultura d’eccellenza dell’Ungheria. Ancora oggi il momento del raccolto è in questo Paese vissuto come un rito in cui si fa festa.

#DAIPEPEALLATUAVITA CON LA PAPRIKA AFFUMICATA DI ITALPEPE