Scopri la spezia

Macis

Sfumatura

DOLCE

Intensità:

abbinamento:

La sfumatura sensoriale dolce rende speciali brodi aromatici, dolci (sia fritti che al forno) e dessert

Scopri di più

La sfumatura sensoriale dolce fa riferimento alla qualità gustativa dovuta alla stimolazione dei recettori del dolce presenti sulla lingua da parte degli zuccheri o da altre molecole dette per questo dolcificanti. La nostra selezione “I dolci” è composta da spezie ed erbe aromatiche che in natura hanno una base dolciastra. Il dolce è uno dei sapori più apprezzati, insieme al salato e all’umami. Questi sono particolarmente amati in modo innato perchè sono legati a molecole indispensabili alla vita (zuccheri, sodio e amminoacidi). Il dolce infatti è associato a sostanze che hanno interessanti e elevati valori nutritivi.

Più è Bassa la temperatura della preparazione meno sarà intensa la sensazione. Per tale ragione infatti abbiamo necessità di aggiungere più zucchero nella preparazione di un gelato rispetto a quando prepariamo una bevanda calda. Il gusto dolce è in grado di smorzare l’amaro e l’aspro ed equilibrare il salato.

Le spezie della selezione “Sfumatura sensoriale dolce” di Italpepe, sono particolarmente indicate e consigliate per rendere gustosi e originali brodi aromatici, dolci (sia fritti che al forno) e dessert.

Come estrarre al meglio l’aroma?

Aggiungendolo direttamente sulle pietanze a base di pesce e verdure. L'aroma può essere estratto anche con infusione a caldo.

Con quale spezia può essere sostituita?

Noce moscata in minor quantità

Su cosa è particolarmente indicata?

Sulla carne, sul pesce, sui formaggi, sugli stufati e sulle zuppe. Particolarmente indicata nella preparazione di purè, salse e risotti.

Composto aromatico principale

Sabinene

zone di percezione:

Questa qualità gustativa è legata alla stimolazione dei recettori del dolce presenti sulla punta della lingua da parte degli zuccheri o da altre molecole dette per questo dolcificanti. Più è bassa la temperatura della preparazione meno sarà intensa la sensazione.

Attenuata da:

Sfumatura sensoriale umami

Equilibrata da:

Sfumatura sensoriale aromatica

Rinforzata da:

Sfumatura sensoriale fresca o piccante

Si abbina con:

Sfumatura sensoriale aromatica e fresca

Analisi

Sensoriale

"Amarognola, sapida, poco dolce."
Il macis è costituito dall’involucro del seme della noce moscata. Quando il frutto si apre appare il macis, una membrana dal color scarlatto che dopo essere stato essiccata assume un colore giallo marrone. Il suo aroma è molto delicato, seppur molto simile a quello della noce moscata. Ancora oggi è una spezia poco conosciuta in Italia, ma è in grado di donare a molte pietanze e a molti salumi un gusto molto raffinato.

la
Pianta

Il macis è l'arillo che protegge il frutto della noce moscata. La noce moscata è un albero sempre verde appartenente alla famiglia delle Myristicae.
Raggiunge un’altezza tra gli otto e ei dieci metri e germoglia tutto l’anno. Presenta delle foglie ovoidali verde scuro, con il lato superiore lucido e il lato inferiore opaco e dotato di ghiandole oleifere. Genera dei piccoli fiori campanulati di consistenza carnosa e due o tre volte l’anno produce numerosi frutti, dalla dimensione e dall’aspetto che ricordano quello di una pesca. All’inizio sono verdi, poi diventano gialli quando hanno raggiunto il periodo di maturazione. Sono estremamente succosi, tanto che vengono utilizzati spesso anche per fare delle ottime marmellate. Quando sono maturi, si aprono a metà e al suo interno troviamo una noce ricoperta da un arillo di colore rosso brillante. La noce è appunto la noce moscata e assume presto la consistenza legnosa che tutti conosciamo, mentre l’arillo è il macis.
R

Sapore

Decisamente pungente e amarostico con sapidità spiccata ma non invadente e una leggera chiusura dolciastra.
R

Aroma

Aroma affumicato di legni di faggio, sentori di bosco e legno secco.
R

Colore

Rosso acceso.

nel
Mondo

Origine della pianta

Isole Molucche (ora Maluku), Papua, Nuova Guinea, Indonesia

I principali produttori delle spezie

Indonesia, Sri Lanka, Caraibi e Sudafrica

Origine

Isole Molucche (Indonesia)

Nome botanico

Myristica fragrans

Periodo fioritura

Da gennaio a dicembre

Colore del fiore

Bianco

Periodo basamico

Due o tre volte l'anno

Quale parti si utilizza della pianta

Arillo, cioè il rivestimento rosso scarlatto del seme di noce moscata.

Per non sprecarla:

Usa il macis per dare un gradevole profumo alle tue candele fatte in casa. Puoi usare anche della cera trasparente e mettere al suo interno del macis intero: l’effetto scenografico è assicurato.

Ricette
tipiche:

Yellow curry tailandese, Rollè al macis e salsa allo zafferano

Miscele dove è presente:

Tandoori masala, Old bay seasoning

Storia:

Già nel primo secolo d. C. Plinio parla di un albero che ha dei “dadi” con due sapori. L’Imperatore Enrico VI, ordinò che tutte le strade di Roma fossero sottoposte a fumigazione con noce moscata, prima di procedere con la sua incoronazione. La British East India Company contribuì a diffondere l’albero della noce moscata in Malesia, in India, nello Sri Lanka, nelle Indie Occidentali e nei Caraibi. Ancora oggi qui vi sono importanti coltivazioni di alberi di noce moscata. In Europa probabilmente furono i crociati a far conoscere questa spezia.

Curiosità:

Una leggenda narra che nel XVI un mercante olandese di macis fece distruggere gli alberi di noce moscata per eliminare i concorrenti. Distrusse così anche la sua fonte di guadagno, poiché non sapeva che il macis proviene dalla stessa pianta.

le vostre
domande

Dove lo trovo
sullo scaffale?

5° piano
Sezione destra
Colore MALVA

In che formato
è disponibile?

Come si
conserva?

Il macis va conservato a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Contiene
glutine?

Il macis in natura non contiene glutine.

Raccolta
differenziata

Verifica le disposizione del tuo comune.

Seguici sui social

error: Contenuto protetto!