Scopri la spezia

Ginepro

Sfumatura

AMARA

Intensità:

abbinamento:

La sfumatura sensoriale amara è ideale per cotture lunghe, come brasati, stufati e arrosti in generale

Scopri di più

La sfumatura sensoriale amara indica la qualità gustativa generata dalla stimolazione di particolari recettori presenti sulla parte posteriore della lingua da parte di alcune particolari molecole.

L’amaro è uno dei gusti più complessi, ma allo stesso tempo piacevole. Nel Tasting Rainbow abbiamo scelto alcune delle percezioni amare più amate nascoste nelle spezie. Nel corso della nostra storia il gusto amaro è stato centrale per difenderci da sostanze potenzialmente nocive. Nonostante la presenza di quasi trenta diversi recettori non è possibile distinguere fra le diverse tipologie di amaro. L’amaro è un gusto che viene percepito più intensamente alle basse temperature oppure oltre i 37°. Il gusto salato riesce ad attenuare sensibilmente il gusto amaro. Ricerche dimostrano che la sensibilità al gusto amaro è diversa tra uomini e donne.

La selezione “Sfumatura sensoriale amara” di Italpepe è particolarmente indicata per valorizzare gli arrosti, i brasati, gli stufati e più in generale tutti i piatti che prevedono una cottura lenta e a Bassa temperatura.

Come estrarre al meglio l’aroma?

Pestato e posto in infusione con olio e grassi animali e/o vegetali. Utilizzato nelle marinature di cacciagione e tuberi, previa cottura. Ottimo per la distillazione.

Con quale spezia può essere sostituita?

Liquirizia, anice stellato, alloro, chiodi di garofano in minor quantità

Su cosa è particolarmente indicata?

Sul maiale, sulla selvaggina, su arrosto, sui crauti. Ottimo per preparare le marinature per carne e pesce.

Composto aromatico principale

Pinene

zone di percezione:

Nonostante la presenza di quasi trenta diversi recettori non è possibile distinguere fra le diverse tipologie di amaro. L’amaro è un gusto che viene percepito più intensamente alle basse temperature oppure oltre i 37°. Ricerche dimostrano che la sensibilità al gusto amaro è diversa tra uomini e donne.

Attenuata da:

Sfumatura sensoriale sapida e aromatica

Equilibrata da:

Sfumatura sensoriale dolce

Rinforzata da:

Sfumatura sensoriale piccante

Si abbina con:

Sfumatura sensoriale aromatica e umami

Analisi

Sensoriale

"Gusto equilibrato con note amare."
Il nome ginepro deriva dal termine celtico juneprus che significa acre. È una specie sempreverde che si fa notare per il suo profumo intenso e per le sue caratteristiche bacche. Oltre ad essere una spezia molto apprezzata, viene anche utilizzata come pianta ornamentale. Il ginepro cresce spontaneo nelle zone del mediterraneo, ma lo possiamo trovare anche su terreni montuosi. Il principale uso che ne viene fatto in cucina è per arricchire selvaggina e brasati.

la
Pianta

Il ginepro appartiene genere delle Cupressaceae ed è un alberello sempreverde. La sua altezza varia da uno a dieci metri e le sue foglie sono lineari e a forma di ago, dal colore verde intenso.
È una pianta dioica: le infiorescenze femminili sono di colore verdastro, mentre quelle maschili sono dei piccoli coni ovoidali di colore giallastro. I suoi semi sono racchiusi in una bacca di colore brunastro e prende il nome di galbulo. È un arbusto in grado di vivere in terreni incolti, sia in montagna che vicino al mare. È comune in luoghi aridi fino a 2.500 m. Predilige un clima temperato, con frequenti precipitazioni estive, un’esposizione all’esterno e una posizione soleggiata.
R

Sapore

amarostico balsamico con note aromatiche di eucalipto
R

Aroma

pungente resinoso con sentori di bosco e corteccia
R

Colore

marrone scuro /nero

nel
Mondo

Origine della pianta

Europa Centrale, Russia, Caucaso, Nord America e Giappone

I principali produttori delle spezie

Italia, Macedonia, Serbia, Bosnia, Russia, Caucaso, Nord America e Giappone

Origine

È origario delle regioni temperate europee, della Russia e del Caucaso, del Nord America e del Giappone

Nome botanico

Juniperus communis

Periodo fioritura

Da maggio ad agosto

Colore del fiore

Bianco, bianco verdastro

Periodo basamico

Settembre-ottobre

Quale parti si utilizza della pianta

Bacche

Per non sprecarla:

Molte persone si divertono a creare delle saponette molto profumate e scenografiche, da utilizzare e regalare. Tra gli ingredienti più gettonati per creare queste saponette, c’è anche il ginepro, spesso associato a degli aghi di pino. Le spezie si prestano moltissimo per creare delle colorate ed originali saponette perchè sono in grado di dare colore e profumo. Divertirsi a crearle a casa può essere un modo sostenibile per riusare le tue spezie che sono da troppo tempo in dispensa.

Ricette
tipiche:

Coniglio con pancetta e bacche di ginepro, Filetto di maiale profumato al ginepro, Polpo al ginepro, Spezzatino al ginepro

Miscele dove è presente:

Salsa al ginepro e vino rosso per arrosti

Storia:

Alla pianta di ginepro sono attribuite diverse leggende e credenze. Nel Medioevo le foglie e il legno del ginepro erano bruciati per allontanare gli spiriti negativi e il maligno. In Germania invece si credeva che fosse un richiamo irresistibile per i ladri: curvando il ramo di ginepro verso terra, bloccandolo poi con un masso e chiamando ad Alta voce il ladro, quest’ultimo si sarebbe presentato restituendo subito il maltolto. Infine esiste un’altra leggenda che sostiene che la Sacra Famiglia, durante la fuga da Erode, si sia nascosta proprio sotto una pianta di ginepro. Avendogli salvato la vita, la Vergine Maria benedii la piante e gli attribuì il potere di tener lontano le streghe e gli spiriti maligni.

Curiosità:

Il legno del ginepro è stato molto usato per costruire gli utensili da cucina: si riteneva che sprigionasse il suo aroma durante la cottura dei cibi.

le vostre
domande

Dove lo trovo
sullo scaffale?

5° piano
Sezione sinistra
Colore MARRONE

In che formato
è disponibile?

Come si
conserva?

Il ginepro essiccato va conservato a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Contiene
glutine?

Il ginepro in natura non contiene glutine.

Raccolta
differenziata

Verifica le disposizione del tuo comune.

Seguici sui social

error: Contenuto protetto!