fbpx

GINEPRO

CHE COS'E' IL GINEPRO?

Il nome ginepro deriva dal termine celtico juneprus che significa acre.

DA DOVE VIENE?

Europa settentrionale.

AROMA E GUSTO

Aromatico, intenso, con sentore dolciastro-acidulo.

CONTIENE GLUTINE?

Il Ginepro in natura non contiene glutine.

QUANDO SI RACCOGLIE?

Autunno.

COME SI CONSERVA?

Il ginepro essiccato va conservato a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

FORMATI DISPONIBILI

100 cc; 65 cc; PET 800 cc; Busta da 1000 cc;

ABBINAMENTI


STORIA E CURIOSITA' SUL GINEPRO

Alla pianta di ginepro sono attribuite diverse leggende e credenze. Nel Medioevo le foglie e il legno del ginepro erano bruciati per allontanare gli spiriti negativi e il maligno. In Germania invece si credeva che fosse un richiamo irresistibile per i ladri: curvando il ramo di ginepro verso terra, bloccandolo poi con un masso e chiamando ad alta voce il ladro, quest’ultimo si sarebbe presentato restituendo subito il maltolto. Infine esiste un’altra leggenda che sostiene che la Sacra Famiglia, durante la fuga da Erode, si sia nascosta proprio sotto una pianta di ginepro. Avendogli salvato la vita, la Vergine Maria benedii la piante e gli attribuì il potere di tener lontano le streghe e gli spiriti maligni. Il legno del ginepro è stato molto usato per costruire gli utensili da cucina: si riteneva che sprigionasse il suo aroma durante la cottura dei cibi.

#DAIPEPEALLATUAVITA CON IL GINEPRO DI ITALPEPE