Scopri la spezia

Fave Tonka

Sfumatura

DOLCE

Intensità:

abbinamento:

La sfumatura sensoriale dolce rende speciali brodi aromatici, dolci (sia fritti che al forno) e dessert

Scopri di più

La sfumatura sensoriale dolce fa riferimento alla qualità gustativa dovuta alla stimolazione dei recettori del dolce presenti sulla lingua da parte degli zuccheri o da altre molecole dette per questo dolcificanti. La nostra selezione “I dolci” è composta da spezie ed erbe aromatiche che in natura hanno una base dolciastra. Il dolce è uno dei sapori più apprezzati, insieme al salato e all’umami. Questi sono particolarmente amati in modo innato perchè sono legati a molecole indispensabili alla vita (zuccheri, sodio e amminoacidi). Il dolce infatti è associato a sostanze che hanno interessanti e elevati valori nutritivi.

Più è Bassa la temperatura della preparazione meno sarà intensa la sensazione. Per tale ragione infatti abbiamo necessità di aggiungere più zucchero nella preparazione di un gelato rispetto a quando prepariamo una bevanda calda. Il gusto dolce è in grado di smorzare l’amaro e l’aspro ed equilibrare il salato.

Le spezie della selezione “Sfumatura sensoriale dolce” di Italpepe, sono particolarmente indicate e consigliate per rendere gustosi e originali brodi aromatici, dolci (sia fritti che al forno) e dessert.

Come estrarre al meglio l’aroma?

Aggiunta alle basi usate in pasticceria, alle creme a base grassa animale, in distilleria e in infusione nei cocktail.

Con quale spezia può essere sostituita?

Mandorle con buccia, granella di mandorla, noce moscata, cannella

Su cosa è particolarmente indicata?

Frutta, cioccolato, zucca e selvaggina

Composto aromatico principale

Cumarina

zone di percezione:

Questa qualità gustativa è legata alla stimolazione dei recettori del dolce presenti sulla punta della lingua da parte degli zuccheri o da altre molecole dette per questo dolcificanti. Più è bassa la temperatura della preparazione meno sarà intensa la sensazione.

Attenuata da:

Sfumatura sensoriale umami

Equilibrata da:

Sfumatura sensoriale aromatica

Rinforzata da:

Sfumatura sensoriale fresca o piccante

Si abbina con:

Sfumatura sensoriale aromatica e fresca

Analisi

Sensoriale

"Buon compromesso tra dolce ed amaro con note sapide e note vagamente acide."
La Fava Tonka, oggi molto di moda in cucina e in pasticceria, fino a qualche anno fa era famosa solo tra gli appassionati di profumeria. Il suo contenuto di cumarina, grazie alle sue note calde e dolci, le ha riservato un ruolo da protagonista all’interno degli ingredienti di molti profumi. È il seme della Dypterix odorata, pianta della famiglia delle Fabaceae. Ha una lunghezza Media di 3-4 centimetri. Quando viene essiccata assume un colore di marrone molto scuro, quasi nero e rugoso. Il suo profumo è inconfondibile: il suo aroma è caratterizzato da sentori che ricordano un incontro tra mandorla, vaniglia e miele. Queste sfumature aromatiche sono legate alla presenza della cumarina, che prese il nome da “cumarù”, il nome di queste fave nella zona d’origine. Consente di dare ai propri piatti un tocco di esotico.

la
Pianta

Le fave di tonka sono i frutti dell’albero Dipteryx odorata che appartiene alla famiglia delle Fabace, la stessa di fave, piselli e lenticchie.
Una volta raccolte, vengono sottoposte a 12 mesi di essiccazione, successivamente immerse in una sostanza alcolica (generalmente si usa il rhum), ed infine sottoposte ad una seconda essiccazione di tre giorni. Il risultato è un prodotto che assomiglia ad un dattero, caratterizzato da un aroma che ricorda la vaniglia, il miele e le mandorle.
R

Sapore

Erbaceo e fragrante molto simile all'origano
R

Aroma

Fresco e aromatico con sentore minerale di terra e vegetale.
R

Colore

Verde scuro.

nel
Mondo

Origine della pianta

Amazzonia

I principali produttori delle spezie

Venezuela, Guyana, Nigeria, Brasile, Trinidad

Origine

Sono originarie del Sud America

Nome botanico

Coumarouna Odorata Aubl.

Periodo fioritura

Dicembre e aprile

Colore del fiore

Bianco

Periodo basamico

Maggio e settembre

Quale parti si utilizza della pianta

Le fave, ricavate dai frutti che assomigliano a dei piccoli mango. Questi vanno fatti essiccare per circa 12 mesi, fino a quando diventano secchi: al loro interno si trovano uno o due semi di fava lunghi circa 3 o 4 centimetri, che inizialmente appaiono lisci e marroni e che poi acquistano il caratteristico aspetto molto rugoso.

Per non sprecarla:

Le fave di tonka, da troppo tempo in dispensa, possono essere utilizzate per creare candele o saponi fatti in casa. Le fave di tonka sono infatti molto utilizzate per la sua fragranza nella profumeria e nella cosmesi.

Ricette
tipiche:

Torta al cioccolato con fave tonka, Crema pasticcera con fave tonka, Crema al caffè con fave tonka

Miscele dove è presente:

Salsa cioccolato e fave tonka

Storia:

La storia delle Fave Tonka e della cumarina si intreccia con quella della chimica organica. Fu importata dalla Guyana in Francia nel 1793. Nel 1820, Vogel isolò la cumarina. Per lungo tempo, la pianta e il suo seme restarono l’unica fonte per ottenere farmaci anticoagulanti. Anche la profumeria trasse vantaggio dalla scoperta della cumarina perché, isolando le molecole odorose costituenti il principio olfattivo, venne sviluppata la nuova famiglia di profumi, Fougere, che ebbe molto successo negli ultimi cinquanta anni.

Curiosità:

Nella terra d’origine, le Fave Tonka sono considerate un portafortuna. Esistono dei veri e propri “riti propiziatori” legati a questa spezia. Un rito antico prevede che per far avverare un desiderio bisognerebbe tenere in una mano una Fava Tonka e nell’altra un serpente morto. Poi si deve gettare il seme in un corso d’acqua e si deve avvolgere il serpente sul ramo più alto della pianta.

le vostre
domande

Dove lo trovo
sullo scaffale?

5° piano
Sezione destra
Colore MALVA

In che formato
è disponibile?

Come si
conserva?

Le fave tonka vanno conservate a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Contiene
glutine?

Le fave tonka in natura non contengono glutine.

Raccolta
differenziata

Verifica le disposizione del tuo comune.

Seguici sui social

error: Contenuto protetto!