Scopri la spezia

Eucalipto

Sfumatura

Aromatica

Intensità:

abbinamento:

La sfumatura sensoriale aromatica arricchisce di personalità e di gradevoli sfumature i piatti

Scopri di più

La sfumatura sensoriale aromatica è piena, avvolgente, armonica e permette di esaltare tutte le note sensoriali delle altre spezie. È un validissimo esaltatore di tutte le altre sfumature. È in grado di generare un’interessante e importante sensazione retrolfattiva in grado di enfatizzare il sapore e l’aroma della pietanza.

Armonioso nell’espressione e concreto nella sensazione. Questa è una vera alleata della sana alimentazione perchè riesce a conferire gusto e sfumature ai piatti, permettendo di ridurre la quantità di sale che introduciamo nelle nostre preparazioni. Queste spezie ed erbe aromatiche, ricche di proprietà organolettiche, riescono a conferire un aroma e un sapore complesso, ricercato, piacevole e sfaccettato.

Nella nostra selezione “Sfumatura sensoriale aromatica” raccoglie spezie ed erbe aromatiche, prevalentemente quelle della tradizione culinaria italiana, in grado di fornire gradevoli sfumature ai piatti della nostra cucina quotidiana. Gusto, ricercatezza, piacevolezza, colore ai piatti… in modo sano e naturale!

Come estrarre al meglio l’aroma?

Consigliamo di utilizzarlo in infusi, decotti o in acqua aromatizzata.

Con quale spezia può essere sostituita?

Menta, chiodi di garofano

Su cosa è particolarmente indicata?

Infusi, cottura a vapore

Composto aromatico principale

Eucaliptolo

zone di percezione:

Le spezie ed erbe aromatiche riescono a conferire un aroma e un sapore complesso, ricercato, piacevole e sfaccettato. Sono in grado di generare una interessante e importante sensazione retrolfattiva in grado di enfatizzare il sapore e l’aroma della pietanza.

Attenuata da:

Sfumatura sensoriale piccante

Equilibrata da:

Sfumatura sensoriale fresca

Rinforzata da:

Sfumatura sensoriale umami e sapida

Si abbina con:

Sfumatura sensoriale sapida, umami, fresca e piccante

Analisi

Sensoriale

"Poco acido, poco amaro, poco sapido, moderatamente dolce."
L'eucalipto è una specie originaria dell'Australia temperata. Introdotto nel bacino del mediterraneo verso la metà del XIX secolo per scopi forestali, ornamentali e medicinali, si è diffuso rapidamente lungo le coste. L'eucalipto in cucina può essere utilizzato per preparare infusi, per cibi cotti al vapore, per i risotti e per insaporire alcuni tipi di carne e pesce.

la
Pianta

l'eucalipto è una pianta che appartiene alla famiglia delle Myrtaceae. È una specie sempreverde dalle particolari foglie.
È considerato un albero, può raggiungere anche dimensioni importanti, da circa 20 -30 m a 100 m di altezza nel suo habitat naturale e a seconda della varietà. I rami sono ricoperti da foglie a forma tondeggiante di colore verde con riflessi argento. La crescita è piuttosto rapida, circa un metro per ogni anno.
R

Sapore

fragranza potente e persistente
R

Aroma

inebriante presente riconoscibile
R

Colore

verde scuro

nel
Mondo

Origine della pianta

Oceania e Filippine

I principali produttori delle spezie

India, Ungheria

Origine

Originario dell’Oceania (soprattutto delle coste australiane, della Tasmania e della Nuova Guinea), cresce generalmente nelle zone temperate. In Italia è diffuso al centro e al sud.

Nome botanico

Eucalyptus Globulus Labill

Periodo fioritura

Novembre, dicembre, gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, giugno

Colore del fiore

Bianco, bianco-giallastro

Periodo basamico

Giugno

Quale parti si utilizza della pianta

Foglie

Per non sprecarla:

Mettete l’eucalipto e le spezie che più amate in una calza da donna, chiudetela bene e mettetela nell’asciugabiancheria. Con il calore rilasceranno il loro aroma.

Ricette
tipiche:

Liquore all'eucalipto, Risotto miele ed eucalipto, Sidro, Tisana

Miscele dove è presente:

Da poco entrato nelle nostre cucine come abbinamento per i nostri piatti. Libera la tua fantasia e crea il tuo piatto ideale.

Storia:

Il nome botanico Eucalyptus, deriva dal greco ?? (bene) e ??????? (nascondere), in riferimento alla loro caratteristica di avere i petali che nascondono il resto del fiore, sino alla fioritura. Fu introdotto in Europa a metà del IXX secolo dall’Australia e dalla Tasmania. Questa pianta è stata scoperta casualmente durante un viaggio in Australia alla fine del ‘700. È stata scovata da un gruppo di esploratori all’interno del fogliame della foresta. Da qui il suo nome che significa “ben nascosto”. In Australia questa pianta può raggiungere altezze vertiginose, come quella di 150 metri, quindi come si potesse essere mimetizzata è ancora un mistero.

Curiosità:

Durante e dopo la bonifica dell’Agro Pontino, vennero piantati numerosi esemplari di eucalipto, per diverse ragioni: come linee frangivento, quale valida protezione dalle comuni trombe d’aria del Pontino (soprattutto nel periodo autunnale); sia per mantenere il più possibile asciutti i canali di scolo limitrofi delle acque ed evitare i ristagni d’acqua, responsabili della proliferazione delle zanzare. Questi alberi infatti necessitano di un bisogno molto elevato se paragonato all’altra vegetazione autoctona. Oggi, nell’area dell’Agro Pontino, l’eucalipto è considerato una specie spontaneizzata.

le vostre
domande

Dove lo trovo
sullo scaffale?

6° piano
Sezione sinistra e destra
Colore VERDE SCURO

In che formato
è disponibile?

Come si
conserva?

L’eucalipto va conservato a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Contiene
glutine?

L’eucalipto in natura non contiene glutine.

Raccolta
differenziata

Verifica le disposizione del tuo comune.

Seguici sui social

error: Contenuto protetto!