Scopri la spezia

Curry Verde Thai

Sfumatura

Aromatica

Intensità:

abbinamento:

La sfumatura sensoriale aromatica arricchisce di personalità e di gradevoli sfumature i piatti

Scopri di più

La sfumatura sensoriale aromatica è in grado di generare un’interessante e importante sensazione retrolfattiva che enfatizza il sapore e l’aroma della pietanza. Inoltre, rappresenta un’alleata della sana alimentazione in quanto conferisce gusto ai piatti riducendone la quantità di sale che solitamente introduciamo nelle nostre preparazioni.

Armonioso nell’espressione e concreto nella sensazione. Questa è una vera alleata della sana alimentazione perchè riesce a conferire gusto e sfumature ai piatti, permettendo di ridurre la quantità di sale che introduciamo nelle nostre preparazioni. Queste spezie ed erbe aromatiche, ricche di proprietà organolettiche, riescono a conferire un aroma e un sapore complesso, ricercato, piacevole e sfaccettato.

Nella nostra selezione “Sfumatura sensoriale aromatica” raccoglie spezie ed erbe aromatiche, prevalentemente quelle della tradizione culinaria italiana, in grado di fornire gradevoli sfumature ai piatti della nostra cucina quotidiana. Gusto, ricercatezza, piacevolezza, colore ai piatti… in modo sano e naturale!

Come estrarre al meglio l’aroma?

Aggiungendolo nelle marinature o per insaporire piatanze dopo la cottura. Ottimo per realizzare marinature a freddo o per osmosi di gamberi, pesce, pollo, manzo e maiale.

Con quale spezia può essere sostituita?

Curry Thai Rosso

Su cosa è particolarmente indicata?

Riso, pesce e gamberi

Composto aromatico principale

Approfondisci visitando le schede delle erbe aromatiche e delle spezie che compongono il mix (coriandolo, curcuma,lemongrass, fieno greco, prezzemolo, zenzero, spinaci, peperoncino, aneto, timo)

zone di percezione:

Le spezie ed erbe aromatiche riescono a conferire un aroma e un sapore complesso, ricercato, piacevole e sfaccettato. Sono in grado di generare un’interessante e importante sensazione retrolfattiva in grado di enfatizzare il sapore e l’aroma della pietanza.

Attenuata da:

Sfumatura sensoriale piccante

Equilibrata da:

Sfumatura sensoriale fresca

Rinforzata da:

Sfumatura sensoriale umami e sapida

Si abbina con:

Sfumatura sensoriale sapida, umami, fresca e piccante

Analisi

Sensoriale

"Sapido tendenzialmente vegetale poco dolce e leggermente piccante"
Il Curry Verde è un curry originario della Thailandia e costituisce uno dei piatti più popolari della cucina di questo paese. Ha un aroma delicato che lo rende particolarmente adatto a impreziosire e caratterizzare anche i piatti a base di pesce e verdure. Poco piccante, molto aromatico, con sentori erbacei, vegetali e agrumati. Quando parliamo di curry thailandesi, alludiamo a ricette senza dubbio tra le più antiche al Mondo. Nonostante il curry ha origini storicamente indiane, ha trovato larghissimo uso tra le cucine di molte nazioni asiatiche. Il curry verde è tipico della zona di Bangkok ed è tra le ricette di curry più delicate e leggere in assoluto.

la
Pianta

Scopri le caratteristiche delle piante da cui provengono le erbe aromatiche e le spezie che compongono il mix
Coriandolo, curcuma,lemongrass, fieno greco, prezzemolo, zenzero, spinaci, peperoncino, aneto, timo
R

Sapore

Intenso ed avvolgente
R

Aroma

Deciso, carico, pieno
R

Colore

Verde chiaro

nel
Mondo

Origine della pianta

Scopri le origini delle erbe aromatiche e delle spezie che compongono il mix

I principali produttori delle spezie

È una ricetta originaria della Thailandia

Origine

Approfondisci nelle schede delle erbe aromatiche e delle spezie che compongono il mix

Nome botanico

Approfondisci nelle schede delle erbe aromatiche e delle spezie che compongono il mix

Periodo fioritura

Scopri le caratteristiche della fioritura delle erbe aromatiche e delle spezie che compongono il mix

Colore del fiore

Scopri i colori dei fiori delle erbe aromatiche e delle spezie che compongono il mix

Periodo balsamico

Scopri le caratteristiche della fioritura delle erbe aromatiche e delle spezie che compongono il mix

Quale parti si utilizza della pianta

Approfondisci nelle schede delle erbe aromatiche e delle spezie che compongono il mix

Per non sprecarla:

Puoi usare il curry per fare dei colori naturali con cui dipingere. L’effetto ottenuto sarà molto simile a quello di un acquarello. Il procedimento è molto semplice: 1- Inserisci la polvere in un contenitore di vetro (andrà benissimo il vasetto Italpepe); 2- Versa dell’acqua molto calda e lascia in infusione mescolando a intervalli regolari; 3- Fai raffreddare e poi filtrala con un colino. Il colore è pronto per essere usato! Il rapporto tra polvere e acqua che consigliamo è di 1:3. Per rendere più resistente il tuo colore alla luce, ti consigliamo di aggiungere durante l’infusione della vernice protettiva resistente ai raggi UV (proporzione tra acqua e vernice 2:3). Puoi utilizzare il curry rosso anche per tingere i tessuti. Il procedimento è semplicissimo: 1- Inserisci la spezia in acqua e porta il tutto ad ebollizione per circa un’ora. 2- Filtra la spezie e rimetti sul fuoco l’acqua. Porta nuovamente ad ebollizione. 3- Togli il tutto dal fuoco e immergi il tessuto che vuoi tingere per circa 12 ore. Successivamente elimina l’acqua in eccesso e mettilo ad asciugare. 4- Fissa il colore immergendo il tessuto in una soluzione di aceto bianco e acqua (proporzione consigliata 1:4). Lascia in ammollo per almeno 30 minuti, rigirando di tanto in tanto i capi con le mani dopo aver indossato un paio di guanti. 5- Togli il tessuto dal liquido e mettilo ad asciugare. Infine lava il capo con acqua fredda e un detersivo per capi delicati. Procedi con un normale lavaggio per capi delicati.

Ricette
tipiche:

Pollo e gamberi al Curry Verde, Gamberi al Curry Verde, Curry Verde Thai

Miscele dove è presente:

Crema di Curry Verde

Storia:

Inizialmente il termine curry era utilizzato per riferirsi ai piatti preparati con una miscela di spezie provenienti dall’India o dai paesi asiatici in generale. La sua storia però cominciò con i portoghesi che giunsero in India nel XV secolo, dove portarono dei peperoncini piccanti e delle ricette. Successivamente, gli inglesi della Compagnia delle Indie impararono qui la parola portoghese kari che scrissero curry. In India questo termine si riferiva alle spezie impiegate nei piatti vegetali e di carne. I cuochi indiani cominciarono ad aggiungere nelle zuppe dei conquistatori questa miscela. Gli inglesi se ne innamorarono e sul finire del ‘700, hanno deciso di cercare di riprodurre gli aromi e i profumi della loro colonia indiana: iniziarono così a commercializzare questa miscela di spezie. Il curry infatti era una polvere trasportabile dall’India fino in Europa, in grado di aromatizzare i piatti tipici inglesi.

Curiosità:

Il curry verde thai è chiamato anche “gaeng keow wahn che significa "dolce curry verde", per il suo sapore più delicato rispetto a quello rosso. Il suo colore è dato dal tipo e colore dei peperoncini, verdi e freschi, utilizzati nella sua preparazione.

le vostre
domande

Dove lo trovo
sullo scaffale?

6° piano
Sezione sinistra e destra
Colore VERDE SCURO

In che formato
è disponibile?

Come si
conserva?

Il curry va conservato a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Contiene
glutine?

Le spezie che compongono il curry in natura non contengono glutine.

Raccolta
differenziata

Verifica le disposizione del tuo comune.

Seguici sui social