Scopri la spezia

Curcuma

Sfumatura

AMARA

Intensità:

abbinamento:

La sfumatura sensoriale amara è ideale per cotture lunghe, come brasati, stufati e arrosti in generale

Scopri di più

La sfumatura sensoriale amara indica la qualità gustativa generata dalla stimolazione di particolari recettori presenti sulla parte posteriore della lingua da parte di alcune particolari molecole.

L’amaro è uno dei gusti più complessi, ma allo stesso tempo piacevole. Nel Tasting Rainbow abbiamo scelto alcune delle percezioni amare più amate nascoste nelle spezie. Nel corso della nostra storia il gusto amaro è stato centrale per difenderci da sostanze potenzialmente nocive. Nonostante la presenza di quasi trenta diversi recettori non è possibile distinguere fra le diverse tipologie di amaro. L’amaro è un gusto che viene percepito più intensamente alle basse temperature oppure oltre i 37°. Il gusto salato riesce ad attenuare sensibilmente il gusto amaro. Ricerche dimostrano che la sensibilità al gusto amaro è diversa tra uomini e donne.

La selezione “Sfumatura sensoriale amara” di Italpepe è particolarmente indicata per valorizzare gli arrosti, i brasati, gli stufati e più in generale tutti i piatti che prevedono una cottura lenta e a Bassa temperatura.

Come estrarre al meglio l’aroma?

Con la marinatura o con l'aromatizzazione, previa cottura.

Con quale spezia può essere sostituita?

Zafferano in polvere, paprica dolce, zenzero in polvere

Su cosa è particolarmente indicata?

Pasta, riso, zuppe, salse, carne e pesce. Spesso viene utilizzata al posto dello zafferano.

Composto aromatico principale

Turmerone e ar-turmerone

zone di percezione:

Nonostante la presenza di quasi trenta diversi recettori non è possibile distinguere fra le diverse tipologie di amaro. L’amaro è un gusto che viene percepito più intensamente alle basse temperature oppure oltre i 37°. Ricerche dimostrano che la sensibilità al gusto amaro è diversa tra uomini e donne.

Attenuata da:

Sfumatura sensoriale sapida e aromatica

Equilibrata da:

Sfumatura sensoriale dolce

Rinforzata da:

Sfumatura sensoriale piccante

Si abbina con:

Sfumatura sensoriale aromatica e umami

Analisi

Sensoriale

"Buon equilibrio tra tutte le sfumature."
La curcuma è diventata una star negli ultimi anni, grazie alle proprietà incredibili che sembrano connesse alla curcumina contenuta da questo rizoma. Numerose ricerche scientifiche cercano di accertare la correlazione tra questa e numerosi benefici per l'organismo. È diffusa spontaneamente in tutta l’Asia del Sud, dall’India alla Malesia, è soprannominata lo “zafferano delle Indie”, grazie al suo colore brillante. Il forte potere colorante di questi rizomi sono diventati fonte di spunti per diversi usi, come la tintura di stoffe e tessuti, la colorazione della carta e il make up. Da secoli è un elemento fondamentale della cucina orientale e araba.

la
Pianta

La curcuma ha lunghe foglie lanceolate, leggermente rigide e lucide di colore verde chiaro. In estate arriva anche a 60-70 cm ed è caratterizzata da bellissimi fiori rosati.
I rizomi si coltivano in un luogo fresco ed asciutto ad una temperatura minima superiore ai 15°C. Si può coltivare in appartamento o come una bulbosa estiva in giardino. Si riproduce per divisione dei cespi o dei rizomi. La curcuma fiorisce a giugno e i suoi fiori sono caratterizzati da petali coriacei che resistono sugli steli per più di 15 giorni. Predilige un clima tropicale, con temperature minime che non scendono mai sotto i 12° C.
R

Sapore

amaricante acidognolo.
R

Aroma

delicatamente sapido tendenzialmente amaro con sentori di terra e minerali
R

Colore

giallo ocra /arancio vivo

nel
Mondo

Origine della pianta

India

I principali produttori delle spezie

India, Cina, Thailandia, Cambogia, Malesia, Indonesia e Filippine, Brasile

Origine

È originaria dell’Asia Sud-Orientale, in particolare dell’India e della Malesia.

Nome botanico

Curcuma longa

Periodo fioritura

Da giugno a settembre

Colore del fiore

Giallo, giallo-arancio, arancio

Periodo basamico

Autunno, inizio inverno

Quale parti si utilizza della pianta

Rizomi, i quali vengono bolliti ed essiccati. In alcune parti del mondo le foglie fresche vengono utilizzate come erba aromatica.

Per non sprecarla:

Puoi usare la curcuma per fare dei colori naturali con cui dipingere. L’effetto ottenuto sarà molto simile a quello di un acquarello. Il procedimento è molto semplice: 1- Inserisci la polvere in un contenitore di vetro (andrà benissimo il vasetto Italpepe); 2- Versa dell’acqua molto calda e lascia in infusione mescolando a intervalli regolari; 3- Fai raffreddare e poi filtrala con un colino. Il colore è pronto per essere usato! Il rapporto tra polvere e acqua che consigliamo è di 1:3. Per rendere più resistente il tuo colore alla luce, ti consigliamo di aggiungere durante l’infusione della vernice protettiva resistente ai raggi UV (proporzione tra acqua e vernice 2:3).

Ricette
tipiche:

Golden Milk, Gobi Matar indiano, Butter chicken, Pollo tandoori

Miscele dove è presente:

Curry, Bumbu, Niter Kibbeh, Hawaij mix, Adobo, Basa genep, Bumbu, Colombo, Niter Kibbeh, Tandoori Masala, Tempera de Bahia, Vadouvan, Sambar Masala, Res el Hanout, Shawarma

Storia:

Uno dei primi ad innamorarsi di questo rizoma fu Marco Polo, tanto che ne parlo su “Il Milione”. Questa spezia nella tradizione orientale è usata da millenni. La ritroviamo già nelle cerimonie religiose Indù già nel 2000 a.C.. I buddisti la consideravano la spezia del buon augurio e delle benedizioni, tanto che in alcune regioni la utilizzavano per tingere il tessuto degli abiti dei monaci. L’antica tradizione orientale ha sempre riconosciuto a questa spezia importanti proprietà. Oggi anche la medicina tradizionale sta compiendo numerosi studi sulla curcuma ed in particolare sulla curcumina in essa contenuta.

Curiosità:

Secondo una leggenda indiana, la Curcuma sarebbe la spezia della bellezza, preziosa come il raso e più soffice. Il suo colore dorato, che ricorda l’alba, secondo questa credenza, sarebbe in grado di restituire la bellezza alle donne che ne fanno uso, soprattutto alle giovani spose. Questa credenza la considera inoltre come la spezia del buon augurio e per tale ragione veniva spalmata sulla fronte dei neonati e sugli orli degli abiti nuziali.

le vostre
domande

Dove lo trovo
sullo scaffale?

5° piano
Sezione sinistra
Colore MARRONE

In che formato
è disponibile?

Come si
conserva?

La curcuma va conservata a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Contiene
glutine?

La curcuma in natura non contiene glutine.

Raccolta
differenziata

Verifica le disposizione del tuo comune.

Seguici sui social

error: Contenuto protetto!