Scopri la spezia

Cardamomo intero

Sfumatura

Fresca

Intensità:

abbinamento:

La sfumatura sensoriale fresca valorizza le verdure crude e alla griglia, le insalate e i carpacci

Scopri di più

La sfumatura sensoriale fresca indica la sensazione che percepiamo quando alcuni principi attivi riescono ad ingannare il nostro sistema nervoso, in particolare i recettori adibiti a rilevare gli abbassamenti di temperatura denominati TRPM8. Alcune piante, come ad esempio la menta o l’eucalipto, possiedono dei principi attivi (in questo caso mentolo ed eucaliptolo) che sono in grado di interagire con la struttura del recettore TRPM8, scatenando così la risposta al freddo. La sfumatura sensoriale fresca dona una sensazione di pulizia al palato, di freschezza e armonia.Facilita la salivazione e crea un piacevole equilibrio sensoriale.

Una nota fresca ai piatti è molto apprezzata nella nostra tradizione culinaria. In estate, attribuiamo una nota di piacevole freschezza a piatti freddi, verdure, carpacci, insalate e bevande. In inverno invece non c’è niente più ristoratore di una tisana, un the o un infuso con le gradevoli, ricercate e raffinate note fresche della menta, del cardamomo o dell’anice.

La nostra selezione “Sfumatura sensoriale fresca” raccoglie spezie ed erbe aromatiche in grado di donare questa piacevole sensazione ai piatti e alle bevande. In particolare è in grado di rendere speciali verdure crude e alla griglia, carpacci e insalate.

Come estrarre al meglio l’aroma?

Estraendolo a caldo attraverso la tostatura delle bacche e dei semi. In infusione in acqua calda.

Con quale spezia può essere sostituita?

Lemon grass, sommacco

Su cosa è particolarmente indicata?

Caffè, cioccolato, pane, dolci, bevande

Composto aromatico principale

Cineolo

zone di percezione:

È la sensazione che percepiamo quando alcuni principi attivi riescono ad ingannare il nostro sistema nervoso, in particolare i recettori adibiti a rilevare gli abbassamenti di temperatura, scatenando così la risposta al freddo.

Attenuata da:

Sfumatura sensoriale umami, sapida e amara

Equilibrata da:

Sfumatura sensoriale aromatica

Rinforzata da:

Sfumatura sensoriale dolce e piccante

Si abbina con:

Sfumatura sensoriale piccante, dolce e aromatica

Analisi

Sensoriale

"Aromatico, fresco, con note agrumate di canfora e rosa."
È una delle spezie più care al mondo, dopo lo zafferano e la vaniglia. È un ingrediente di molte miscele etniche come il curry, il garam Masala e il ras-el- hanut. I frutti del cardamomo sono piccole capsule verdi e tondeggianti, che contengono semi scuri e fortemente aromatici. Seppur non molto utilizzato in Italia, è una spezia molto utilizzata nei paesi medio-orientali e in India. La sua forte aromaticità si sposa particolarmente bene con il caffè e il cioccolato.

la
Pianta

Il cardamomo deriva dalla pianta Elettaria repens, una pianta tropicale della famiglia delle Zingiberaceae, la stessa dello zenzero. Bisogna fare però molta attenzione perchè con lo stesso nome si indicano anche altre piante diverse dal vero cardamomo, meno pregiate e meno costose.
Il cardamomo di Ceylon tipico dello Sri Lanka, quello appunto derivante dall’Elettaria repens, detto anche Cardamomo verde è il più profumato. Questa pianta è caratterizzata da lunghi steli, che possono raggiungere anche tre metri di altezza, con foglie lanceolate verdi scure. La fioritura è in tarda primavera mentre i frutti maturano a settembre. Questi sono piccole capsule di color verde chiaro, che racchiudono una decina di semi di color marrone scuro e dall’aroma fresco e pungente. Ancora oggi i baccelli sono raccolti manualmente ed essiccati al sole. Per questa ragione è la terza spezia più costosa dopo lo zafferano e la vaniglia.
R

Sapore

fruttato pungente e delicato
R

Aroma

balsamico fresco, chiaramente erbaceo e leggermente tanninico
R

Colore

verde intenso

nel
Mondo

Origine della pianta

India meridionale e Sri Lanka

I principali produttori delle spezie

India, Sri Lanka, Guatemala, Papua Nuova Guinea, Tanzania

Origine

È originario delle foreste dell’India Meridionale, dove cresce selvatico

Nome botanico

Elettaria cardamomum

Periodo fioritura

Aprile - Maggio

Colore del fiore

Bianco, lilla

Periodo basamico

Quando le bacche sono ancora verdi e chiuse. In genere la raccolta si effettua cinque-sei volte durante l'arco dell'anno

Quale parti si utilizza della pianta

Frutti, che vengono essiccati al sole o in stanze riscaldate

Per non sprecarla:

Usa il cardamomo per creare una piacevole atmosfera in casa. Mettilo in infusione in una pentola d’acqua e porta il tutto ad ebollizione. Il profumo che si sprigionerà invaderà tutta la tua casa. Fate solo attenzione a non far asciugare troppo l’acqua. In alternativa potete usare un piccolo profumatore che sfrutta il calore di una candela. Mettete nella parte superiore l’acqua con all’interno la spezia e pian piano che questa si scalderà comincerà a sprigionare il suo aroma. Oltre al cardamomo, potete aggiungere all’acqua anche della cannella, dell’anice stellato e delle bucce di limone.

Ricette
tipiche:

Tsoureki, Kheer rice pudding, Gelato al cardamomo, Lassi di mango, Biryani di agnello

Miscele dove è presente:

Advieh, African Rub, Apple pie spice, Baharat, Berberè, Hawaij mix, Kabsa, Mitmita, Niter Kibbeh, Old Bay Seasoning, Res el hanout

Storia:

Il Cardamomo veniva utilizzato in India e in Pakistan come mezzo per comunicare con gli dèi. Gli arabi invece erano soliti offrire in segno di ospitalità a coloro che li andavano a trovare il caffè con il cardamomo. Nel Medioevo, durante il periodo delle Crociate, il cardamomo iniziò ad aromatizzare i piatti anche europei.

Curiosità:

I Romani e i Greci usavano e apprezzavano il cardamomo come ingrediente per i profumi. Nelle “Mille e una notte” viene infatti spesso citato come una spezia afrodisiaca e si racconta come le spose portassero al polso nel Kashmir questi semi come simbolo di nutrimento ristoratore che offriranno al marito.

le vostre
domande

Dove lo trovo
sullo scaffale?

7° piano
Sezione destra
Colore VERDE

In che formato
è disponibile?

Come si
conserva?

Il cardamomo va conservato a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Contiene
glutine?

Il cardamomo in natura non contiene glutine.

Raccolta
differenziata

Verifica le disposizione del tuo comune.

Seguici sui social

error: Contenuto protetto!