Scopri la spezia

Anice stellato

Sfumatura

DOLCE

Intensità:

abbinamento:

La sfumatura sensoriale dolce rende speciali brodi aromatici, dolci (sia fritti che al forno) e dessert

Scopri di più

La sfumatura sensoriale dolce fa riferimento alla qualità gustativa dovuta alla stimolazione dei recettori del dolce presenti sulla lingua da parte degli zuccheri o da altre molecole dette per questo dolcificanti. La nostra selezione “I dolci” è composta da spezie ed erbe aromatiche che in natura hanno una base dolciastra. Il dolce è uno dei sapori più apprezzati, insieme al salato e all’umami. Questi sono particolarmente amati in modo innato perchè sono legati a molecole indispensabili alla vita (zuccheri, sodio e amminoacidi). Il dolce infatti è associato a sostanze che hanno interessanti e elevati valori nutritivi.

Più è Bassa la temperatura della preparazione meno sarà intensa la sensazione. Per tale ragione infatti abbiamo necessità di aggiungere più zucchero nella preparazione di un gelato rispetto a quando prepariamo una bevanda calda. Il gusto dolce è in grado di smorzare l’amaro e l’aspro ed equilibrare il salato.

Le spezie della selezione “Sfumatura sensoriale dolce” di Italpepe, sono particolarmente indicate e consigliate per rendere gustosi e originali brodi aromatici, dolci (sia fritti che al forno) e dessert.

Come estrarre al meglio l’aroma?

Con l'estrazione per infusione a caldo in basi oli animali e vegetali. All'interno degli impasti per la panificazione e per la pasticceria.

Con quale spezia può essere sostituita?

Anice, anice verde, liquirizia, dragoncello, cardamomo

Su cosa è particolarmente indicata?

Nel brodo, nelle minestre, nelle carni, nel pane, nelle marmellate, nei liquori e nei dolci.

Composto aromatico principale

Anetolo

zone di percezione:

Questa qualità gustativa è legata alla stimolazione dei recettori del dolce presenti sulla punta della lingua da parte degli zuccheri o da altre molecole dette per questo dolcificanti. Più è bassa la temperatura della preparazione meno sarà intensa la sensazione.

Attenuata da:

Sfumatura sensoriale umami

Equilibrata da:

Sfumatura sensoriale aromatica

Rinforzata da:

Sfumatura sensoriale fresca o piccante

Si abbina con:

Sfumatura sensoriale aromatica e fresca

Analisi

Sensoriale

"Sentori equilibrati con tendenza sapida."
L'anice stellato giunge dall'Oriente. Questa spezia molto bella è caratterizzata da questa forma di stella ad otto punte, contenenti ognuna un seme. Seppur ricordI il sapore e il profumo dell'anice, la pianta da cui si ricava non è nemmeno lontana parente dell'anice. Questo gusto si deve all'anetolo, che è contenuto anche nell'aneto e nel finocchio.

la
Pianta

L’anice stellato, Illucium verum, è una delle quaranta specie di arbusti e alberi sempreverdi aromatici originari dell’Asia sudorientale.
È un albero tropicale sempreverde che può raggiungere fino a 10 m di altezza. I fiori sono grandi e hanno un gran valore decorativo. La loro caratteristica principale è che ciascun ovario ha otto carpelli che insieme vanno a formare il suo frutto caratteristico a forma di stella ad otto punte. Durante la maturità questo si schiude e lascia fuoriuscire il seme. Le sue foglie, ovali e lucide, ricordano quelle della magnolia.
R

Sapore

Pungente ed aromatica, armoniosa al palato.
R

Aroma

Erbacea balsamica, con sentori di fiori secchi.
R

Colore

Verde scuro.

nel
Mondo

Origine della pianta

Cina sud orientale e Vietnam

I principali produttori delle spezie

Cina, Vietnam, India, Laos, Filippine, Giappone e Taiwan, Albania

Origine

Dell’Asia del Sud e della Cina.

Nome botanico

Illicium verum

Periodo fioritura

Primavera

Colore del fiore

Bianco, Bianco Crema

Periodo basamico

Frutto immaturo dopo il decimo anno

Quale parti si utilizza della pianta

Frutti e semi

Per non sprecarla:

L’anice stellato intero è spesso scelto per essere utilizzato nelle decorazioni. Con l’altrettanto scenografica cannella, si possono creare oggetti e composizioni, non solo belle ma anche molto profumate!

Ricette
tipiche:

Nibuta chashu, Pollo con miele e anice stellato

Miscele dove è presente:

Polvere cinque spezie, Salsa all'anice stellato

Storia:

L’anice stellato è giunto nell’Europa del Nord alla fine del ‘600, portato in seguito alle spedizioni esplorative in Asia. Tuttavia la sua origine è antica, tanto che sembra che Plinio coltivasse questa pianta in Toscana ai tempi dei Romani.

Curiosità:

Nell’antica Roma veniva utilizzato per preparare un dolce nuziale insieme al mosto e al formaggio. Questo dolce veniva cotto avvolto nelle foglie di alloro.

le vostre
domande

Dove lo trovo
sullo scaffale?

5° piano
Sezione destra
Colore MALVA

In che formato
è disponibile?

ANICE STELLATO MACINATO ANICE STELLATO FIORE

Come si
conserva?

L’anice stellato va conservato a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Contiene
glutine?

L’anice stellato in natura non contiene glutine.

Raccolta
differenziata

Verifica le disposizione del tuo comune.

Seguici sui social

error: Contenuto protetto!