Scopri la spezia

Alloro

Sfumatura

AMARA

Intensità:

abbinamento:

La sfumatura sensoriale amara è ideale per cotture lunghe, come brasati, stufati e arrosti in generale

Scopri di più

La sfumatura sensoriale amara indica la qualità gustativa generata dalla stimolazione di particolari recettori presenti sulla parte posteriore della lingua da parte di alcune particolari molecole.

L’amaro è uno dei gusti più complessi, ma allo stesso tempo piacevole. Nel Tasting Rainbow abbiamo scelto alcune delle percezioni amare più amate nascoste nelle spezie. Nel corso della nostra storia il gusto amaro è stato centrale per difenderci da sostanze potenzialmente nocive. Nonostante la presenza di quasi trenta diversi recettori non è possibile distinguere fra le diverse tipologie di amaro. L’amaro è un gusto che viene percepito più intensamente alle basse temperature oppure oltre i 37°. Il gusto salato riesce ad attenuare sensibilmente il gusto amaro. Ricerche dimostrano che la sensibilità al gusto amaro è diversa tra uomini e donne.

La selezione “Sfumatura sensoriale amara” di Italpepe è particolarmente indicata per valorizzare gli arrosti, i brasati, gli stufati e più in generale tutti i piatti che prevedono una cottura lenta e a Bassa temperatura.

Come estrarre al meglio l’aroma?

Aggiungendolo durante la cottura delle pietanze. Tritato e aggiunto direttamente sulle pietanze. Ideale per cotture lunghe e cottura alla griglia o BBQ.

Con quale spezia può essere sostituita?

Bacche di ginepro, chiodi di garofano, liquirizia

Su cosa è particolarmente indicata?

Minestre, carne (in particolare sulla selvaggina) e il pesce.

Composto aromatico principale

Cineolo

zone di percezione:

Nonostante la presenza di quasi trenta diversi recettori non è possibile distinguere fra le diverse tipologie di amaro. L’amaro è un gusto che viene percepito più intensamente alle basse temperature oppure oltre i 37°. Ricerche dimostrano che la sensibilità al gusto amaro è diversa tra uomini e donne.

Attenuata da:

Sfumatura sensoriale sapida e aromatica

Equilibrata da:

Sfumatura sensoriale dolce

Rinforzata da:

Sfumatura sensoriale piccante

Si abbina con:

Sfumatura sensoriale aromatica e umami

Analisi

Sensoriale

"Amarostico con note sapide ,poco dolce, poco acido."
Il Lauro, Laurus nobilis L. detto anche Alloro, è una pianta sempre verde utilizzata per dare sapore alle pietanze. Viene usato nella cucina di tutto il mondo per insaporire in particolare stufati e brodi, marinate, piatti di carne e pesce, intingoli e selvaggina. È molto diffuso nei paesi a clima temperato. L’alloro è una pianta conosciuta sin dai tempi degli antichi. In Grecia e a Roma fu simbolo di vittoria e pace, sia in campo militare che sportivo. Oltre agli usi culinari, viene anche appeso nelle case per rinfrescare l'ambiente, inserito nei contenitori contenenti farina e tra i fichi secchi a protezione dagli insetti nocivi.

la
Pianta

L’alloro, detto anche Laurus Nobilis, è una pianta molto diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo, cresce come arbusto o come albero ed è in grado di raggiungere anche i 15 metri di altezza.
Le foglie dell’alloro sono sempreverdi e lunghe circa 7 - 10 cm, con i bordi interi generalmente ondulati. Sono caratterizzate da una superficie lucida ed emettono il profumo aromatico che caratterizza questa spezia, sono dotate di ghiandole contenenti della resina. L’alloro è una pianta dioica: i fiori femminili sono bianchi, mentre quelli maschili sono gialli. I frutti sono delle drupe nere e maturano tra settembre e novembre. Preferisce l’esposizione in ambienti particolarmente soleggiati e il clima temperato.
R

Sapore

minerale di sottobosco, legnoso e aromatico pungente
R

Aroma

pungente balsamico con sentori aromatici di legno fresco
R

Colore

vede scuro brillante

nel
Mondo

Origine della pianta

Asia minore

I principali produttori delle spezie

Turchia, Europa, Marocco, Egitto, Messico, America Centrale e Sud degli Stati Uniti

Origine

È originario di tutte le coste settentrionali del Mediterraneo, infatti cresce spontaneamente nelle macchie e nei boschi del Mediterraneo, dalla Spagna all’Asia Minore.

Nome botanico

Laurus nobilis

Periodo fioritura

Marzo-aprile

Colore del fiore

Giallo - giallognolo

Periodo basamico

Maggio-giugno

Quale parti si utilizza della pianta

Foglie raccolte a inizio estate

Per non sprecarla:

Inserisci l’alloro nei sacchetti di cotone e poi riponili nell’armadio e nei cassetti. Ti consigliamo di aggiungere cannella e chiodi di garofano per ottenere un profumo più intenso.

Ricette
tipiche:

Sarde a beccafico, Riso zucchine e alloro, Ribollita, Stufato di cinghiale, Biryani di agnello

Miscele dove è presente:

Garam masala birmano, Khmeli-suneli, Pili pili, Old Bay Seasoning

Storia:

Il lauro è una spezia tra le più note dell’antichità. Sia nell’antica Grecia che nell’antica Roma era simbolo di pace e vittoria, sia in ambito militare che sportivo. Veniva utilizzato per intrecciare corone da porre sul capo dei vincitori delle competizioni sportive o dei personaggi degni di nota, stima e riconoscimento. Era emblema di massimo onore.

Curiosità:

Non mancano le tradizioni popolari in cui l’alloro è protagonista. Secondo le antichissime tradizioni popolari i contadini romani legavano tra ramoscelli d’alloro con un cordoncino rosso per favorire il buon raccolto e donare benessere alla popolazione. Ancora oggi nella cultura popolare permangono ancora delle credenze. Ad esempio si dice che mettere le foglie di alloro sotto il cuscino promuova i sogni profetici e che tenere alcune foglie in casa aiuterebbe ad avere prosperità e benessere.

le vostre
domande

Dove lo trovo
sullo scaffale?

5° piano
Sezione sinistra
Colore MARRONE

In che formato
è disponibile?

Come si
conserva?

L'alloro essiccato va conservato a temperatura ambiente, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Contiene
glutine?

L'alloro in natura non contiene glutine.

Raccolta
differenziata

Verifica le disposizione del tuo comune.

Seguici sui social

error: Contenuto protetto!