KIWI

FONTE DI CALCIO

Che cosa è il KIWI?

Il kiwi è una bacca commestibile, prodotta dalle liane delle piante del genere Actinidia.
Ci si può imbattere in due diverse colorazioni: la verde, nonché la più diffusa, la quale presenta una buccia marrone scuro con uno strato di peluria e la polpa verde brillante, dei semi neri di piccole dimensioni disposti intorno al centro della bacca; oppure la colorazione gialla, che presenta invece una forma più allungata, una polpa gialla e non è dotata di pelucchi sulla buccia. Esistono anche altre varietà, più rare da trovare, come ad esempio il kiwi con la polpa rossa e la buccia color mattone.

Su cosa sta bene?

SAPEVI CHE…?

Il kiwi è fonte di calcio?
Il calcio contribuisce alla normale coagulazione del sangue, al normale metabolismo energetico, alla normale funzione muscolare, alla normale neurotrasmissione, alla normale funzione degli enzimi digestivi; interviene nel processo di divisione e di specializzazione cellulare; è necessario per il mantenimento di ossa e denti normali.

PROPRIETÀ
NUTRIZIONALI

DICHIARAZIONE NUTRIZIONALE PER 100G

ENERGIA
GRASSI
di cui acidi grassi saturi
CARBOIDRATI
di cui zuccheri
PROTEINE
SALE
CALCIO
1559 kJ / 373 kcal
8.8 g
0.9 g
48.7 g
33.8 g
9.8 g
0.03 g
207,8 mg
26% VNR*

A QUANTO CORRISPONDE UN FLACONE?

PROPRIETÀ
NUTRIZIONALI

DICHIARAZIONE NUTRIZIONALE PER 100 G

ENERGIA: 1559 kJ / 373 kcal

GRASSI: 8.8 g
di cui acidi grassi saturi: 0.9 g

CARBOIDRATI: 48.7 g
di cui zuccheri: 33.8 g

PROTEINE: 9.8 g

SALE: 0.03 g

CALCIO:
207,8 mg / 26% VNR*

*VNR=Valore nutritivo di riferimento

A QUANTO CORRISPONDE UN FLACONE?

AROMA E GUSTO

Spice up your life.

Il kiwi ha un sapore acidulo ma allo stesso tempo gustoso e rinfrescante.

AROMA E GUSTO

Spice up your life.

Il kiwi ha un sapore acidulo ma allo stesso tempo gustoso e rinfrescante.

PROVENIENZA E CURIOSITÀ

 

PROVENIENZA

Il kiwi è tipico dell’Asia.

 

 

 

CURIOSITÀ

 

L’immagine del kiwi viene per tradizione associata alla Nuova Zelanda. Il motivo è da ricercare in una leggenda che vede come protagonista l’omonimo uccello (il kiwi per l’appunto), storico abitante della Nuova Zelanda. Stando ad una leggenda Maori, infatti, il kiwi sarebbe stato donato all’uccello in segno di riconoscenza dal dio della foresta Tanemahuta. Si narra che un tempo il kiwi potesse volare così come tutti gli altri uccelli. Un giorno però il dio Tanemahuta, mentre passeggiava nella foresta, osservò che tutti i suoi alberi stavano pian piano morendo a causa dell’attacco degli insetti. Radunò quindi tutti gli uccelli del cielo chiedendogli di aiutarlo a liberarsi dei mortali parassiti, ma nessuno di loro accettò la proposta; nessuno ad eccezione dell’umile kiwi che decise di rinunciare alle sue ali in favore della sua adorata foresta. Il dio Tanemahuta per ricompensarlo diede vita ad un frutto dolce, profumato e dotato di innumerevoli proprietà. Fu così che il frutto chiamato “kiwi” da quel momento in poi sarebbe sempre collegato al coraggioso uccello kiwi, per il suo nome e il suo aspetto.

 

 

 

STAGIONALITÀ

 

In Italia la stagione dei kiwi inizia a novembre e termina a maggio.

SCOPRI I 5 SAPORI DELLA SALUTE

VERDE

Gli ortaggi verdi, in particolare quelli a foglia, sono accomunati dalla presenza di due sostanze nutrienti: il magnesio e l’acido folico.

Il magnesio contribuisce a garantire il normale metabolismo energetico, a ridurre la stanchezza e l’affaticamento ed agisce inoltre sul sistema nervoso e muscolare.

L’acido folico o folato, invece, oltre a contribuire alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento, è utile per un corretto funzionamento del sistema immunitario.